Sampdoria: prima sconfitta meritata. Ora calma ed equilibrio

272
05-01-16 GENOA-SAMPDORIA CAMPIONATO SERIE A TIM 15-16 GRADINATA SUD SAMPDORIA

Terza sconfitta consecutiva, prima meritata. A Bologna la Sampdoria affonda dopo aver condotto egregiamente il match nei primi 30 minuti, poi è uscita la squadra felsinea che ha trovato meritatamente il vantaggio con un super gol di Verdi. Nella ripresa i padroni di casa hanno legittimato il vantaggio, trovando anche il raddoppio che ha tagliato le gambe agli uomini di Giampaolo, rientrati in campo con poca convinzione circa la possibilità di poter riagguantare il pari.

Brutto secondo tempo della Sampdoria, paragonabile a quello di Roma, nel quale i blucerchiati non hanno mostrato la solita verve di gioco apparendo, forse, un po’ stanchi e per niente lucidi nella costruzione del gioco e di trame offensive. Qualche errore del mister, nel non accorgersi che probabilmente qualche giocatore doveva essere tenuto a riposo e fare un mini turn over, c’è stato. Ma questo non può cancellare ciò che di buono si sta facendo.
Paradossalmente Skriniar, che col Milan ha regalato il gol ai rossoneri, è apparso uno dei migliori in campo tra le fila blucerchiate, mente Pedro Pereira uno dei peggiori. Oltre al fatto che i due gol sono arrivati da due cross dalla destra, specialmente nel secondo tempo, ad ogni offensiva felsinea,
sulla destra, c era una continua prateria lasciata dal giovane portoghese sempre in ritardo nella copertura.
A centrocampo Linetty e Torreira sono andati un po in difficoltà, merito della pressione bolognese e causa della stanchezza dei due giovani, fin qui, sempre impiegati. Migliore, rispetto alla gara precedente, la prova di Praet, che si è sbattuto tutta la partita nel rincorrere l’avversario e nel costruire qualcosa di interessante. Bisognerà aspettare ancora un po, in quanto deve abituarsi ai ritmi alti del calcio italiano ma le sue qualità non sembrano essere in dubbio. L’ attacco non ha creato pericoli alla difesa avversaria, anche Quagliarella e Muriel sono apparsi stanchi.

Ora per la Sampdoria c è un altra trasferta bella difficile in terra sarda, nella quale occorrerà fare qualche cambio, in questo senso buone indicazioni sono arrivate da Cigarini.
Infine si iniziano a leggere i primi commenti pessimisti, gli stessi che dopo le prime due vittorie, auspicavano un piazzamento finale prestigioso…. Banale quanto doveroso dover dire come nel calcio, tra tifosi, giornalisti e gli stessi addetti ai lavori, ci sia una mancanza di equilibrio nei giudizi. È un mondo sempre più schizofrenico quello calcistico: non si può dopo una prima sconfitta meritata, sentenziare già in modo negativo e tirare fuori il solito discorso su Ferrero (per quanto sia uno dei primi a non sopportarlo più e ad augurarsi che qualcosa cambi) ma al momento, questo, è un discorso che esula da quello col campo. Per arrivare a dei risultati bisogna passare da errori e fallimenti momentanei.
Questa squadra, a differenza dell’anno scorso, ha una base di gioco
solida su cui appoggiarsi. I momenti difficili arriveranno, sarebbe sciocco pensare il contrario, ma è li che si vedrà la bontà del lavoro di Giampaolo. Calma, equilibrio e lasciamo lavorare il mister e i suoi ragazzi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.