Un errore e Arini castiga il Pisa all’Arèna Garibaldi

438

Giunge a cinque minuti dal termine la prima sconfitta casalinga del Pisa in serie B, ad opera di Arini, che regala tre punti e prima vittoria esterna alla Spal di Mister Semplici. Distrazione difensiva fatale ai nerazzurri che perdono senza demeritare col rammarico di non aver sfruttato le occasioni create durante la gara.

Arena Garibaldi aperta per i soli abbonati, sistemati nel settore a favore di riprese Sky, la Gradinata, che solo in parte decidono di entrare ad assistere la gara seduti sui gradoni, preferendo tutti gli altri disertare gli spalti e sostenere il Pisa da fuori, tutti insieme, come già successo nella precedente gara interna contro l’Ascoli.

Gattuso deve far fronte alle assenze di Cani e Ujkani, impegnati nelle qualificazioni mondiali con le rispettive nazionali, schiera in porta Cardelli alle spalle del quartetto difensivo composto da Golubovic, Crescenzi, Lisuzzo e Avogadri. In mezzo al campo Di Tacchio centrale affiancato da Verna e Lazzari, davanti Mannini a supporto di Varela e Eusepi.
In maglia grigia con strisce verticali biancoazzurre, la Spal dell’ex allenatore nerazzurro Semplici, schiera tra gli altri, Antenucci, altro ex giocatore passato da Pisa senza aver lasciato il segno.

Partita viva tra due squadre reduci da un campionato di Lega Pro vissuto da protagoniste e che negli scontri diretti aveva visto sempre il Pisa prevalere. Biancoazzurri determinati fin da subito, con Antenucci che impegna dopo due minuti il portierino pisano Cardelli che devia in angolo. Il Pisa sfiora il vantaggio sette minuti più tardi ma Eusepi, solo davanti al portiere, viene disturbato, e forse spinto , dal difensore Vicari con palla che finisce incredibilmente sul fondo. Ci prova poi Lazzari, quello avversario, a impegnare Cardelli che attento para ancora.
La gara, combattuta tra due squadre vive, vede prevalere i padroni di casa nel possesso palla e a cinque minuti dal termine della prima frazione Di Tacchio con un missile dalla distanza sfiora il vantaggio con palla che esce alta non di molto.

Nel secondo tempo il Pisa tenta di produrre gioco ma la Spal respinge ogni tentativo nerazzurro. Al quarto d’ora Lazzari è costretto a uscire per Peralta accusando un dolore all’inguine. Perdita pesante alla luce di quello che ci ha fatto vedere l’ultimo arrivato nella truppa pisana. Gattuso inserisce anche Montella per Varela sperando in un guizzo del rapido attaccante napoletano ma, eccettuate le proteste ospiti per un presunto fallo da rigore di Lisuzzo su Mora, non rilevato dall’arbitro, niente succede degno di nota fino al 34′ quando Semplici decide di inserire Arini per Castagnetti. Cambio importante perchè otto minuti più tardi, mentre il Pisa protesta per un evidente tocco col braccio di un difensore spallino, gli ospiti ripartono e dai piedi del rapido Antenucci parte l’assist per Arini che, solo davanti a Cardelli, segna la rete della vittoria. Inutile l’estremo tentativo del Pisa di pareggiare, con Eusepi e Lisuzzo che non riescono a ribadire in rete l’ultimo cross di Mannini, con palla che sfila sul fondo passando davanti alla riga di porta indisturbata.

Triplice fischio e applausi di tutti i pochi presenti, con la squadra che ancora una volta sale i gradini della Curva Nord deserta e va a affacciarsi verso il piazzale gremito di tifosi pronti ad accoglierli con cori, canti, applausi e bandiere al vento.

Sconfitta ingiusta, decisa da un episodio che Lisuzzo al termine della gara commenta con rammarico ribadendo la necessità in questo campionato di non calare mai il livello di attenzione, soprattutto per una squadra esperta come quella nerazzurra.
La classifica di Serie B si muove a piccoli passi con la Spal che si porta un punto sotto il Pisa che mantiene però a -6 la distanza dal Cittadella capolista, sconfitta dal Frosinone.

Prosegue il cammino della squadra che naviga nel mare agitato delle questioni societarie, forte della resistente nave comandata da Gattuso ma sola in mezzo alla tempesta. Sarebbe ora che la squadra iniziasse a godersi una navigazione un po’ più tranquilla.
Se lo meriterebbe. Ce lo meriteremmo tutti quanti.

CLICCA QUI per il TABELLINO del match
LA VIDEO INTERVISTA a GATTUSO subito dopo la partita

Foto tratta dal Web
Fonte articolo : www.eoraparlooio.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.