Inter, primo “squillo” europeo. Candreva inventa, Handa salva tutto

252
Basta un gol di Antonio Candreva ai nerazzurri per ritrovare il successo in Europa. Prima vittoria per il tecnico olandese in Coppa, dopo due sconfitte consecutive. Con questi tre punti i nerazzurri possono ancora ambire alla qualificazione al turno successivo.

Arriva anche il primo squillo europeo di mister De Boer. La sua Inter, pur soffrendo, ottiene la prima vittoria europea. Con questi tre punti la speranza di qualificarsi al turno successivo è ampiamente alla portata dei nerazzurri.

PROBLEMA DI TESTA – Il Southampton ha giocato sui limiti e sulle paure dell’avversario. Nel primo tempo l’Inter ha prestato il fianco agli inglesi, molto più in forma dei padroni di casa. La squadra allenata da Claude Puel ha cercato di gestire il match e affondare il colpo tutte le volte che l’Inter gliene offriva occasione. La formazione di casa sembrava impaurita, bloccata. La paura di sbagliare, prendere gol e magari perdere il match ha fatto sì che i primi quaranta cinque minuti trascorressero senza particolari emozioni. Nella ripresa però qualcosa cambia. L’Inter è più intraprendente e comincia a farsi vedere più spesso dalle parti del portiere ospite. Scrollata la paura e con un San Siro “partecipativo” Icardi e Co. trovano il gol che spezza l’equilibrio. Assist dalla sinistra di Santon in area e Candreva che centra il sette con un tiro precisissimo sotto l’incrocio dei pali.

Gift card 300x250

SI SOFFRE FINO ALLA FINE – Subito dopo il gol gli inglesi provano a colpire più volte, ma Handanovic si dimostra ancora una volta insuperabile. Il portierone sloveno mantiene inviolata la propria porta con due/tre interventi davvero spettacolari. Se contro il Lione Buffon si è ritagliato spazi da protagonista su tutte le testate giornalistiche, stesso discorso dovrebbe valere anche per Samir (e l’Inter!), capace di chiudere il match sull’1-0 e di difendere quell’unico gol con i denti, o meglio le manone, fino alla fine.

La nota positiva sta proprio nella sofferenza dei minuti finali. Nella strenua difesa dell’1-0, nella doppia sfida al tempo e agli inglesi. Il ritorno alla vittoria dell’Inter in ambito europeo è coinciso anche con il ritorno di una delle caratteristiche più importanti di questa squadra: il saper soffrire; il sapersi difendersi strenuamente; il non mollare mai. Una vittoria che da morale. Che rimette l’Inter sulla strada che porta ai sedicesimi di finale. Tutto, da oggi in poi, passa non tanto dai piedi di questi ragazzi, ma dalla loro testa. Il cammino in Europa è meno tortuoso e ha più consapevolezze. Attenzione quindi a non più sbagliare più.

La virata è stata data, ora urge mantenere la rotta e proseguire il cammino iniziato in questa fredda sera d’ottobre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.