Un Pisa solido e compatto conquista un punto all’Arechi

388

Ottimo punto conquistato dal Pisa all’Arechi contro una Salernitana che ha provato a vincere ma senza riuscire a prevalere sugli undici di Gattuso, compatti e pericolosi anche questo pomeriggio. Quindicesimo punto conquistato e centrato il Perugia nel mirino, prossimo avversario del Pisa, un solo punto sopra i nerazzurri ma con ancora da disputare la gara contro il Vicenza (domani h.17,30 ndr)

Pomeriggio intenso dal punto di vista delle emozioni per Rino Gattuso che torna nello stadio che lo ha lanciato verso la serie A diciassette anni dopo (LEGGI QUI), accolto con grande affetto da una città intera. Clima amichevole e di estrema sportività che si è evidenziato anche fra le squadre durante l’intera gara, maschia ma corretta.

Gattuso affronta la trasferta orfano del suo capitano Mannini, uscito malconcio dalla gara casalinga contro il Verona con un infortunio muscolare che lo terrà fuori ancora per un po’. Lo schema è il 3.5.2 con Ujkani in porta, Avogadri, Lisuzzo e Del Fabro in difesa, Verna, Lazzari e Sanseverino al centro affiancati da Longhi e Golubovic esterni. Attacco affidato a Montella e Varela, con Eusepi, reduce da una brutta bronchite, nemmeno in panchina.

Sulla sponda granata, Sannino affida l’attacco alla coppia Coda-Donnarumma guidati dalla regia dell’attivissimo Rosina.

Pomeriggio estivo con una temperatura di 23 gradi che allieta la gara dei quasi diecimila sostenitori granata e degli stoici 62 pisani giunti a Salerno con striscioni e bandiere.

La gara inizia subito forte e dopo 4 minuti è Bernardini di testa a sfiorare il vantaggio spedendo alta una palla davvero invitante servitagli da Rosina. Le squadre combattono su ogni palla e al 26′ è ancora la Salernitana a rendersi pericolosa con il sinistro di Improta che esce non di molto alla destra del numero uno del Pisa. Al 34′ l’ottimo Sanseverino conquista un calcio di punizione che il registra Lazzari calcia. La sfera, ribattuta dalla difesa, giunge a Lisuzzo che tenta una prima volta sul muro di un difensore, e ci riprova in rovesciata, bella esteticamente ma inoffensiva. Ultimo tentativo per Rosina che al 40′ esplode il suo sinistro ma la palla esce molto alta sul fondo.

Nella ripresa i padroni di casa premono subito sull’acceleratore e dopo un primo tentativo di Busellato dalla distanza, facilmente neutralizzato da Ujkani, ci prova Donnarumma al 5′ quando dopo un colpo di testa in area di Coda, devia la palla da distanza ravvicinata, ma l’intervento miracoloso del portiere Ujkani strozza in gola l’urlo dei tifosi di casa. Sfiorato il vantaggio la Salernitana subisce la risposta dei pisani, oggi in maglia bianca, con Lazzari che calcia sfiorando il palo con una palla molto insidiosa. La partita si è accesa e, trascorsi due minuti, è ancora Donnarumma a impegnare severamente Ujkani che devia sulla traversa il tiro velenoso dell’attaccante granata. Gattuso tenta di vivacizzare il reparto offensivo inserendo l’albanese Cani per Montella e dopo un altro pericoloso colpo di testa di Coda perso sul fondo, sostituisce anche Lazzari per Di Tacchio. Dopo la sfuriata iniziale la partita torna in equilibrio e anche Sannino compie le prime sostituzioni inserendo Caccavallo e Luiz Felipe per Donnarumma e Perico. Al 26′ è Cani ad andare vicino alla rete quando, al termine di uno scambio in corsa con Varela, entra in area e calcia da posizione angolata mirando l’angolo alto ma colpendo la parte esterna del palo. I due tecnici compiono le ultime sostituzioni inserendo Odjer per Busellato per i padroni di casa e Massimiliano Gatto per uno sfinito Varela. Nulla accade degno di nota fino al termine dei sei minuti di recupero.

Finisce una gara combattuta, corretta e ben diretta dal Sig. Aureliano, tra due formazioni reduci da diversi pareggi (due il Pisa e tre la Salernitana) che aggiungono un punto ad una classifica che in soli sei punti diluisce le nove squadre fuori dagli spareggi play out/off . Gattuso, al termine della gara, in conferenza stampa, esprime soddisfazione per l’ennesima prestazione autoritaria con un pizzico di rammarico per le occasioni create e sprecate.

Al termine, fischi di contestazione del pubblico di casa, chiaramente non soddisfatto del quarto pareggio consecutivo. Applausi a scena aperta e cori per Rino Gattuso, indimenticato campione granata nella stagione 1998/99.

Da parte nostra non possiamo che accogliere con positività questo pareggio contro una squadra molto solida e pericolosa, ottenuto con il solito spirito di sacrificio e compattezza che permettono al Pisa di affrontare a testa alta qualsiasi formazione di questo campionato. I ragazzi di Ringhio sopperiscono ad assenze, infortuni e squalifiche con la forza del gruppo, elemento che ad oggi sta facendo la differenza.

Testa al prossimo impegno. Giungerà all’Arèna il Perugia e chissà quale sarà la capienza del nostro stadio.


IL TABELLINO DEL MATCH

Salernitana – Pisa : 0-0

SALERNITANA (4-4-2): Terracciano; Perico (65′ Luiz Felipe), Bernardini, Tuia, Vitale; Improta, Busellato (79′ Odjer), Della Rocca, Rosina; Coda, Donnarumma (65′ Caccavallo).
In panchina : Iliadis, Ronaldo, Joao Silva, Mantovani, Laverone, Zito.
Allenatore : Sannino
PISA (3-5-2): Ujkani; Del Fabro, Lisuzzo, Avogadri; Golubovic, Verna, Lazzari (61′ Di Tacchio), Sanseverino, Longhi; Lores Varela (81′ M.Gatto), Montella (53′ Çani).
In panchina : Cardelli, Giacobbe, Crescenzi, Fautario, Mudingayi, Peralta.
Allenatore : Gattuso

Arbitro : Sig. Aureliano di Bologna
Assistenti : Sigg.ri Bellutti e Di Salvo
IV Uomo : Sig. Fiorini
Ammoniti : Lazzari (P), Tuia (S), Luiz Felipe (S), Lisuzzo (P)
Calci d’angolo : 2 a 3
Fuorigioco : 0-0
Recupero : 2’pt / 4’+2′ st
Possesso Palla : 24:02 (S) – 19:09 (P)
Note : giornata estiva, temperatura 23°, terreno in ottime condizioni, spettatori 10.000 ca
Classifica
Foto La Presse
Fonte : www.eoraparloio.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.