Sampdoria: umiltà ritrovata. Dopo 10 partite la porta resta inviolata

391

Bella vittoria della Sampdoria, che si rifà della brutta sconfitta nell’utlima partita, battendo l’Inter per 1-0 e scendendo in campo con un altro spirito. Quello che tutti ci auguravamo: umiltà, grinta e qualità. E’ stato importante trovare il vantaggio proprio allo scadere del primo tempo, scaturito da un’ottima azione, portata avanti dagli uomini di Giampaolo, con un Bruno Fernandes sempre più ispirato, bravo a servire Linetty che con un solo movimento mette out la difesa nerazzurra. Azione poi conclusa da Quagliarella, opportunista e bravo a farsi trovare pronto.

E’ stata una partita molto intensa con occasioni da ambo le parti, ma i padroni di casa sono stati bravi a trovare un gol decisivo, quanto importante, in un momento cruciale del match. Nel secondo tempo, l’Inter ha provato a agguantare il pareggio, ma salvo qualche pericolo sul finire della gara, la difesa doriana, incriminata contro la Juventus, ha retto bene. Certo se Budimir, involato a tu per tu con Handanovic, non avesse gettato al vento quella occasione tutti i tifosi blucerchiati sarebbero stati molto più sereni. Ma, alla fine, i 3 punti sono arrivati. Da sottolineare la porta inviolata della Samp,  non succedeva dalla prima partita di campionato ad Empoli. Segno di come la retroguardia abbia retto bene, grazie anche alla sicurezza che Puggioni, con le sue uscite, è riuscito ad infondere al resto della difesa.

Questo ciclo di ferro (Genoa, Juventus, Inter, Fiorentina, Sassuolo) sta andando oltre le aspettative: aver vinto il Derby e ieri sera, col passo falso a Torino prevedibile, 6 punti forse era una previsione fin troppo ottimistica. Ma invece Giampaolo ed i suoi ragazzi, nella partita più complicata, sono riusciti a risollevarsi trovando la forza per ripartire. Tutti ieri sera si aspettavano una reazione alla brutta prestazione dello Juventus Stadium e cosi è stato. A Linetty e Torreira, col senno di poi, è risultata molto utile la partita di riposo; non a caso, specialmente il polacco, contro l’Inter è stato uno dei migliori, ritornando sui livelli delle prime partite. Quindi bravo Giampaolo e brava Samp, ora a Firenze per giocarsela.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.