Sampdoria: Verona, benvenuti al Festival dell’errore

341

Seconda sconfitta consecutiva per la Sampdoria. A Verona, i blucerchiati offrono una delle peggiori prestazioni. Squadra deconcentrata, molle, apparsa stanca e senza idee offensive. Merito anche di una difesa avversaria invalicabile, non a caso è la 2° migliore del torneo.

Succede tutto nel primo tempo. Prima Puggioni, con uscita inspiegabile, poi Sala regalano il doppio vantaggio ai padroni di casa. Si doveva già capire dal primo gol, che sarebbe stata una giornata storta. L’unico ad accendere la luce, nella Samp tra la nebbia, è il solito Schick. A suo favore è iniziata una raccolta firme, affinché parta titolare. Per il resto, la  squadra di Giampaolo  ha confezionato un possesso palla sterile e fine a se stesso.

Sarà l’aria di Verona, sarà il Bentegodi, sarà il Chievo, ma sembra che i blucerchiati, quando affrontano i clivensi, abbiano un abbonamento particolare al festival dell’errore. Nel 2012 la papera di Romero nel finale costò la sconfitta. Nel 2014 uno scellerato Wszolek regalò un gol, sbagliando il controllo a centrocampo. L’anno scorso, da un corner a proprio favore, Barreto decise bene, invece di tirare, di allargare il gioco facendosi intercettare il pallone ed innescando il contropiede che regalò, ovviamente, il pari al Chievo. Ed infine ieri, due errori gravi che hanno deciso la partita. Insomma la trasferta contro Pellisier & Co. porta molto male alla Sampdoria.

Ma non basta la sfortuna ad analizzare queste due sconfitte consecutive. Purtroppo la Sampdoria quando accusa un minimo di stanchezza, fisica e mentale, è una squadra normale. E questo va ad intaccare le idee di calcio, dispendiose, di Giampaolo con conseguenti sconfitte, come contro Lazio e Chievo. Speriamo non sia partita un’altra serie di sconfitte, come successo tra la 3° e la 6° giornata. I blucerchiati, molto spesso, quando giocano male perdono quasi sempre. Vedi a Bologna, a Cagliari, con la Lazio e ieri.

Adesso ci aspetta un’Udinese reduce da 3 vittorie consecutive e, per una Samp “incerottata”, sarà davvero un brutto cliente. L’obiettivo è quello di vincere, per archiviare questo 2016 in modo positivo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.