Dal quartiere veronese: Arrivederci Ad Agosto!

36
L'ultima a Bergamo si chiude con una sconfitta, indolore.

Si chiude con una sconfitta la quindicesima stagione in massima serie per il Chievo, che in quel di Bergamo ha comunque fornito un’egregia prestazione.

Papu&co sono difficili da tenere a bada per tutte le difese della Serie A, figuriamoci per la più “anziana” tra queste. Ma nonostante si prevedesse un’arrembaggio reiterante da parte degli uomini di Gasperini, Cesar e la muraglia clivense sono stati capaci di contenere il più possibile, cadendo solamente su una giocata da manuale del calcio, conclusasi con la rete dell’argentino, alla sua sedicesima rete stagionale.

Sebbene fosse l’ultimo atto del campionato Maran ha schierato il solito osso duro, modificato solamente tra i pali con Seculin al posto di Sorrentino e a centrocampo con De Guzman e Izco a causa delle squalifiche di Radovanovic e Castro.

Si pensava all’inserimento di qualche giovane fin dall’inizio, invece il mister trentino ha preferito dar spazio a Vignato e Kiyine nella ripresa.

Il classe 2000, italo-brasiliano, ha mostrato grandi capacità tecnico-balistiche, entrando sul terreno di gioco in modo spregiudicato e senza timore, mentre il giovane belga ha confermato quanto di buono aveva fatto intravedere nelle precedenti apparizioni.

Prestazione degna del biglietto da parte degli uomini di Maran, che hanno salutato il campionato con una sconfitta e con tanti interrogativi per la stagione che verrà, che sarà anticipata da un’estate che si prospetta turbolenta dalla ricerca di un nuovo direttore sportivo, al dubbio sulla permanenza o meno del mister gialloblu, alla messa in atto di un cambio generazionale assolutamente necessario.

Arrivederci Ad Agosto!

I MIGLIORI:

SECULIN: 6.5 – Un paio di interventi davvero prodigiosi.

SPOLLI: 6.5 – Autentico baluardo in difesa, sfiora anche la rete dopo una cavalcata che ha ricordato il Lucio dei bei tempi all’Inter.

VIGNATO: 6.5 – Senza paura il ragazzino, ha deliziato gli spettatori con qualche tocco davvero pregevole.

I PEGGIORI:

CACCIATORE: 5.5 – Probabilmente le testa è già in vacanza da qualche settimana.

DE GUZMAN: 5.5 – Superficiale e poco concreto.

BIRSA: 5 – Si capisce che non è in partita fin dai primi banali errori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.