Connect with us

Ultime News

Curva rossoblu: le buone notizie sono…

Le buone notizie sono che torniamo a fare 3 punti dopo tanto tempo, che sono rientrati gli imprescindibili Maietta e Destro e anche capitan Gastaldello e che ne portiamo 22.000 al Dall’Ara nonostante un Palermo scalcagnato e un freddo fottuto.

Le cattive sono che ancora una volta ci siamo fatti gol da soli.

Il Palermo si presenta in versione kamikaze e per 15 minuti fa un pressing, che se andasse avanti per tutti i 90’ meriterebbe il Guinness dei Primati, ma il record non lo fa e infatti piano piano si affloscia e lascia spazio alla rimonta rossoblu.

Perché il Palermo va in vantaggio.

Ricordo un gol sbagliato da Kreicj, che solo davanti all’uno rosanero, lo centra in pieno, ricordo di un retropassaggio verso capitan Gastaldello, che sbagliato il controllo, non si libera dell’attrezzo e il solito Nestorovski sigla lo 0-1, suscitando una fila di rosari e inquietudini in curva.

Poi, il Bologna comincia a giocare e crea sui lati imbarazzi a un Palermo che pare già stanco: su un cross pennellato di Viviani, Destro si avventa da centravanti avvelenato e inzucca l’1-1.

Sembrava Savoldi.
Mattia Destro e’ IL centravanti. Quanto mi piace, Mattia.
Alcune interessanti incursioni nei 16 metri rosanero sembrano il preludio al vantaggio e invece niente. Due fischi. Intervallo. 1-1.

Adesso risaliamo e li sbraniamo.

Invece caliamo il ritmo, sembriamo pigri. Svogliati. Poca fluidità, gioco incriccato in mezzo al campo, rimpalli, rintuzzi, non arriva la giocata buona fino a che un passaggio di Destro viene sporcato dalla difesa siciliana, diventando assist per Dzemaili che da fuori ha sempre segnato, ma qui ancora no, e invece pesca l’angolo e fa 2-1.

E chissenefrega oggi del gioco!
2-1. Tre punti. Oggi va bene così. Anzi, no.
Punizione di Viviani, piede educato e sagacia tecnico tattica, e 3-1 e viva il Bologna e vittoria in ghiaccio.
Non succede più nulla. Non la miglior partita ma il risultato contava di più.
Appannato Krejci, attaccanti contati, difesa che ogni domenica ne combina una, ritmo blando, ma contavano i tre punti e tre punti furono.

Bene Masina: cancella il fantasma Diamanti, che abbandono’ da capitano la barca che affondava facendo il segno della L di loser: fu l’ultima soddisfazione di una carriera che si spense quel giorno. Prese molti cinesi yen, perse l’onore. Sostituito a venti dalla fine: giusta bordata di fischi.
Bene Maietta ma ormai è la normalità.
Bene bene Viviani: un assist e un gol. Migliore in campo.
Torosidis è un esperienza a cui affidarsi.
Destro è il centravanti. Silenzio, Mattia sta lavorando per noi.

Aspettiamo un’Atalanta in grande forma. Proviamo a spegnergli il sorriso, per una domenica.

Per oggi è’ tutto. Niente di trascendentale ma son 3 punti. E nel calcio son tanta roba.

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: