Valencia-Villareal chiude la Liga 2016-17

193

Marcelino già analizza la rosa per costruire la squadra per il 2017-18, nel frattempo Voro prepara la partita contro il Sottomarino Giallo al Mestalla

Valencia-Villareal

E’ in programma Valencia-Villareal al Mestalla per l’ultima giornata.
L’ultima del Voro in panchina, poi arriverà Marcelino ad allenare il Valencia.
Per l’ultima partita, in allenamento il coach ha provato due formazioni:
Con la pettorina: Jaume, Cancelo, Zotko, Mangala, Siqueira, Mario, Parejo, Soler, Munir, Bakkali e Zaza

Senza la pettorina: Alves, Montoya, Santos, Abdennour, Gayà, Enzo, Medrán, Orellana, Nani, Rodrigo e Santi Mina.

L’ultima della Liga: lotta al titolo e per salvarsi

Mentre il tecnico decide la formazione per l’ultima partita contro il Villareal, il Real Madrid in settimana ha vinto contro il Celta Vigo e domenica potrebbe vincere il suo 33° titolo a Malaga. Il Barcellona gioca in casa contro l’Eibar, i blaugrana non dovrebbero avere difficoltà a trovare i 3 punti. Alle 22 circa sapremo chi ha vinto questa fantastica Liga, in cui lo Sporting Gijón si sta giocando la salvezza contro il Betis. Basta un punto però al Deportivo per rimanere nella Liga e giocherà in casa sabato alle 19 contro i canari del Las Palmas.

Il mercato del Valencia:

In porta Alves, dato anche il suo stipendio alto, lascerà il Valencia CF. Jaume Domenech dovrebbe essere confermato e tornerà anche Ryan, andato a metà stagione in prestito al Genk. In difesa si aspettano diversi rinforzi, la società sta trattando diversi giocatori. Alcuni nomi: Camacho, del Malaga a cui si sta interessando anche l’Atletico Madrid e Milan Badelj, croato della Fiorentina.

In attacco 7 attaccanti di livello come Munir, Bakkali, Zaza, Nani, Rodrigo, Santi Mina, Orellana sembrano tanti ma la stagione è lunga. Mario Suarez non dovrebbe fare più parte della rosa per la prossima stagione e anche il portoghese Joao Cancelo ha diverse pretendenti tra cui il Barcellona fc. In difesa si tratterà per il riscatto di Mangala e per le conferme di Montoya e Gayà, autori di un ottimo campionato.
Soler ha un contratto che lo vincola al Valencia fino al 2021, il gioiellino è il futuro del club.

Parejo, farà parte del progetto del prossimo anno, mentre il capitano Enzo Pérez dovrebbe andare via. Insomma manca l’ultima partita ma sono già calde le acque per la prossima stagione 2017-18.

Rossi e Hayden: amici nel paddock

Era il 2006, ultima gara del Motogp. Ero a Cheste, Rossi e Hayden si giocavano il Mondiale. Valentino cadde e vinse a sorpresa l’americano. Il pubblico era ammutolito, aveva festeggiato Lorenzo, campione della classe 250 ma non si aspettava la debacle del Dottore. A distanza di anni, Hayden corre con la Superbike e proprio qualche giorno fa, un brutto incidente in bicicletta ne ha messo a repentaglio la vita.
Ecco il ricordo di Valentino che racconta l’amicizia con il collega e l’ultima gara di Nicky Hayden in Motogp a Valencia nel 2015.

“Nicky veniva spesso al Ranch, dove era sempre uno spettacolo vederlo e cercare di carpire qualche segreto battagliandoci insieme, perché lui è uno dei più veloci flattisti del mondo e prima di passare all’asfalto ha vinto le più importanti gare di Flat Track americano come il Peoria TT. Il più bel ricordo che ho di lui però è quando è venuto a darmi la mano dopo la sfortunata gara di Valencia 2015, durante il giro d’onore. Per lui era l’addio alla MotoGP, io avevo appena perso il mondiale. Il suo sguardo di supporto dentro il casco è uno dei pochi ricordi positivi che ho di quel giorno. Forza Nicky, siamo tutti con te”.

Amunt Valencia e un applauso a campioni ricchi di umanità come Valentino Rossi.

Se vuoi approfondire sul Villareal leggi qui

Rivivi il prepartita dell’andata al Madrigal su Destrosecco