Il delfino biancazzurro…Zeman, esame fallito: eppure, avevamo avvisato…

169
Ganz: uno dei dubbi di Zeman
Ganz: uno dei dubbi di Zeman

Come da pronostico il Pescara di Zeman è stato asfaltato dal Perugia. Come avrebbe dovuto esserlo dal Foggia. Del boemo questa squadra non ha nulla. Centrocampo inesistente, difesa bassa, zero accelerazioni. Insomma: un pianto.
Avevamo avvisato di non illudersi dopo la roboante (e immeritata) vittoria contro il Foggia. Avevamo anche detto che quella con il Perugia era una prova da non fallire…immancabilmente fallita.

Zeman: gli orrori di una squadra

Questo Pescara non assomiglia ad una creatura di Zeman. Squadra sconclusionata, senza ripartenza, difesa bassa, zero aggressività. Se poi ti presenti con Coda-Perrotta coppia centrale, giocatori meno mobili delle statue di Madame Tussaud, i soli quattro gol subiti sono un piccolo capolavoro perchè ogni squadra avversaria dovrebbe raggiungere minimo quota otto marcature già dopo quarantacinque minuti.
E’ giusto che la gente dimentichi il primo Pescara di Zeman. Questo è molto più scarso. Soprattutto, più incompleto.
Il boemo, ora affronta il Frosinone, squadra che lo scorso anno sfiorò la promozione, con un organico ed un’organizzazione tattica superiori.
Già ci immaginiamo Daniel Ciofani, Paganini e Ciao ridicolizzare la nostra difesa.

Serve una svolta

Quello che serve è una svolta: tattica e mentale. Zeman deve iniziare a fare delle scelte precise riguardo agli uomini da mandare in campo.
Per uno maniacale come lui e poco avvezzo al cambiamento, non riuscire ad individuare un 11 tipo, sognifica non lavorare al meglio.
Altra cosa: la squadra deve iniziare a seguire le indicazioni tattiche e crescere a livello mentale. Essere messi sotto in due gare non rientra nella filosofia del boemo.
Il passato, il boemo ha sempre scelto un undici tipo, andando avanti quasi sempre con gli stessi uomini. Il fatto stesso che, finora, non abbia individuato a chi affidarsi, indica una confusione anche in termini di campagna acquisti da parte della società.
Dalla sfida contro il Frosinone ci aspettiamo ulteriori risposte per capire se il percorso di crescita è ancora lungo, o se vi sono margini di miglioramento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.