Connect with us

Ultime News

Valencia a forza 6: il secondo posto è realtà

Prestazione superlativa del Valencia al Benito Villamarín: 6-3 al Betis

Gli uomini di Marcelino si superano e realizzano una partita da incorniciare. La squadra di Quique Setién è annichilita nonostante alla vigilia fosse una partita da 1X2 al totocalcio.

Il primo tempo: Betis-Valencia 0-2

Calcio d’angolo battuto da Parejo, svetta Kondogbia proprio mentre i suoi ex compagni stanno giocando il derby contro il Milan. Goal di testa dell’1-0 alla destra del portiere biancoverde Adán.

Punizione di Joaquín ex Valencia: intervento prodigioso di Neto che salva sulla sua destra. Capovolgimento di fronte: tiro al volo di Soler, Feddal non spazza, la palla arriva a Guedes che fa partire un tiro fantastico che toglie la ragnatela dall’incrocio dei pali. E’ 2-0 per gli ospiti.

La ripresa: caleidoscopio di emozioni

Inizia il secondo tempo: subito il Betis ha l’occasione di accorciare le distanze con un calcio di rigore decretato per fallo di mano di Kondogbia. Va Sergio Leon sul dischetto spiazza Neto che però di piede respinge, grande parata del portiere brasiliano. Calcio d’angolo dalla sinistra, svetta Rodrigo Moreno, rete di testa per l’attaccante brasiliano naturalizzato spagnolo reduce dalla sua settimana fantastica.

Contropiede: palla a Santi Mina che potrebbe passarla a Zaza. Ma dopo il controdribbling ecco il tiro con deviazione che diventa il goal del 4-0 per il Valencia. 78° gli ospiti in maglia giallorossa fanno uno svarione difensivo: Campbell ne approfitta e segna il 4-1 all’esordio. E dopo un minuto ecco che Sanabria scatta sul filo del fuorigioco, si sposta il pallone su Neto in uscita e segna il goal del 4-2. Che partita fantastica!

Cross di Campbell, la palla arriva a Tello che esegue un tiro preciso a giro sull’angolo alla sinistra di Neto. Esplode il Villamarín: è 4-3 per il Valencia in 5 minuti e a sette minuti dalla fine. Due minuti dalla fine: stop di petto di Zaza, fucilata ed è 5-3. L’attaccante italiano si fa anche male.
Minuti di recupero: Pereira stoppa dal limite dell’area rientra con il destro e poi fa partire un tiro sotto l’incrocio come l’altro neo acquisto Guedes. E’6-3 finale per il Valencia. Una partita da ricordare a Siviglia.

Il Valencia è ora a 18 punti a sole 4 lunghezze dal Barcellona che ha pareggiato contro l’Atletico Madrid. Segue il Real Madrid che è tornato alla vittoria contro il Getafe. Il Siviglia invece perde a Bilbao e retrocede di qualche posizione.

Valencia-Siviglia

Sabato 21 ottobre il Valencia giocherà al Mestalla una sfida avvincente contro il Siviglia che vale il secondo posto. Si prevede il tutto esaurito o quasi per questa sfida di vertice. Il Betis giocherà invece contro l’Alaves per dimostrare di proseguire il cammino positivo che aveva intrapreso prima di incontrare gli uomini di Marcelino.

Amunt! E’ il grido dei tifosi sempre più convinti dei valori di questa squadra e con un Marcelino che a livello tattico è al momento tra i migliori allenatori in circolazione in Spagna. Non ha nulla da invidiare ai maestri Simeone e Valverde. Da Valencia è tutto, a voi la linea!

Y por eso que vengo a verte, sevillista seré hasta la muerte

L’ultima sfida tra Valencia e Siviglia al Mestalla

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: