Scossone sulla panchina, via il vecchio, largo al giovane: arriva Oddo

201

Scossone sulla panchina: dopo l’ennesima sconfitta casalinga, il presidente finalmente si decide a cambiare qualcosa. In arrivo Massimo Oddo.

Esonerato Gigi Del Neri a seguito della brutta partita di domenica, al termine della quale la tifoseria aveva di nuovo chiesto il suo allontanamento. Nessuna traccia di un vero e proprio progetto chiaro, assenza di fiducia per i giovani che invece dovrebbero essere la base di partenza dell’Udinese, la questione Scuffet gestita in maniera disastrosa, un gioco inesistente.

Domenica in campo non si è vista nessuna cattiveria e neanche nessuna maglia sudata, scarsi in difesa e inesistenti in attacco: il Cagliari ha pienamente meritato di vincere per 1-0 al Friuli, contro una squadra molle e spenta come il suo ex-allenatore.

Cosa cambierà con l’arrivo di Massimo Oddo? L’ex-Pescara dovrà adattarsi al materiale che troverà, e sicuramente non si fossilizzerà su un modulo o su una formazione o su un giocatore, tipo Matos. Sarà soprattutto importante ritrovare grinta, ottimismo e voglia di correre sul campo per la maglia, cosa assolutamente assente in questo inizio di stagione.

Di certo le credenziali di Oddo, campione del mondo in Germania nel 2006, non sono delle migliori come allenatore. Nella sua sola esperienza su una panchina di Serie A, a Pescara, l’anno scorso, non ha ottenuto nessuna vittoria in 24 partite, escludendone una a tavolino. Ha però dimostrato il suo valore in Serie B, creando una squadra dal buon gioco che gli è stata però poi smantellata nell’estate prima di esordire in Serie A.

La nostra speranza è che Massimo Oddo, forte della sua giovane età, possa entrare in sintonia con i suoi giocatori, magari saper sviluppare le qualità che forse qualcuno dei nostri ha, gestire nel miglior modo Scuffet e con lui tutto lo spogliatoio. Soprattutto dovrà rimotivare la squadra e sollevare gli animi dell’ambiente bianconero, al momento veramente molto arrabbiato. In modo particolare con la società.

L’Udinese, che un tempo non esonerava mai i propri allenatori, è arrivata al sesto allenatore del dopo-Guidolin. Non c’è pazienza, non c’è un progetto. Bisognerebbe cominciare a puntare su un allenatore giovane (come Oddo) e dargli tempo di crescere e costruire un suo gioco con la squadra. E non mandare via un tecnico a fine stagione solo perché salva la società dalla retrocessione invece di qualificarla in Europa.

La prima sfida per il nuovo allenatore sarà contro il Napoli capolista. Non ci poteva essere esordio peggiore per Oddo. Non dovremo per questo giudicarlo da questo primo incontro e da questa prima settimana. Bizzarri non sarà della partita, forse quindi rivedremo Scuffet tra i pali. Siamo ansiosi di conoscere formazione e gioco,

Buona fortuna, Mister! Abbi tanta pazienza!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.