Connect with us

Ultime News

Dal quartiere veronese: Chievo lezioso, Verona “rigoroso”

Pellissier illude, Garritano regala il pareggio e l’errore dello stesso capitano clivense risulta fatale nella lotteria finale dei rigori.

Dentro le seconde linee

Maran opta per un turn-over praticamente completo, eccezion fatta per l’highlander Cacciatore, che deve ancora saltare un minuto in stagione.

Esordio nell’undici titolare per Jaroszinski, Gaudino, Garritano e Stepinski.

Bani affianca Dainelli al centro della difesa, Seculin torna tra i pali dopo mesi, Depaoli completa il terzetto a centrocampo e completano il gruppo Pellissier e Radovanovic.

Partenza sprint

Le intenzioni sono quelle di volerla chiudere fin da subito, tanto che dopo soli otto minuti il centravanti valdostano la sblocca.

Una gran palla di Depaoli trova il capitano tra le linee, che stoppa come pochi e supera Silvestri con un delicatissimo tocco di destro.

Il Chievo è superiore in ogni zona del campo, ma uno sventurato Garritano maneggia la palla nella propria area di rigore con troppa cautela e la regala a Fares che batte Seculin.

Ripresa piatta

Nei secondi 45 minuti giganteggia la confusione su tutto.

Da entrambe le parti non si creano più occasioni eclatanti e la partita sembra andare verso i binari dei supplementari.

Così è e nei trenta minuti aggiuntivi, se non fosse per un miracolo dell’estremo difensore helladino, il Chievo si sarebbe portato a casa il passaggio del turno.

La palla non entra e i rigori sono inevitabili.

Dal dischetto comincia un esausto Pellissier, che calcia male e Silvestri intuisce.

Gli avversari non ne sbagliano uno e, nonostante anche i ragazzi di Maran siano perfetti nei successivi penalty, hanno la meglio e volano agli ottavi.

Tirando le somme…

Perdere una stracittadina non fa mai bene, ma d’altronde in palio c’era un passaggio del turno di una coppa a cui non si è mai ambito.

Un elogio particolare va all’infinito capitano che ha aperto le danze e ahilui le ha anche chiuse.

Ma d’altronde dopo una prestazione dedita al sacrificio per gli interni 120 minuti (120!), alla veneranda età di 38 anni penso sia concessa una piccola mancanza di lucidità.

Sempre e solo onore a te Sergio, guida di mille avventure.

PAGELLE

I MIGLIORI:

DEPAOLI: 6.5 – Ormai una certezza in qualunque ruolo lo si metta.

PELLISSIER: 7 – Freddezza di un ventenne d’altri tempi.

INGLESE: 6 – Entra sfiorando la chiusura dei conti.

I PEGGIORI:

DAINELLI: 5.5 – Qualche superficialità di troppo.

GARRITANO: 4.5 – Leziosità fatale e inaccettabile.

STEPINSKI: 5 – Difficoltà nel controllo palla, ma in generale nel gestire un reparto.

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: