Connect with us

Ultime News

Il Pagellone Rossonero: ah, ma allora qualche rossonero c’è

Prima vittoria per il Diavolo Rossonero targato Gattuso e primi, timidi, segnali di ripresa. Almeno sotto l’aspetto della grinta e della foga, qualcosa si è visto. Su quello del gioco ancora poco, ma abbiamo tirato in porta, si son create occasioni e possibili azioni pericolose. Rispetto all’apatìa degli ultimi due mesi, è già qualcosa

Esordio a San Siro per Ringhio e prima vittoria per il Milan. Alla vigilia del match aveva chiesto al pubblico di stare vicino al gruppo e di non contestare nonostante i risultati del recente passato. Così è stato e il Milan, nonostante alti e bassi durante la partita, ha portato a casa tre punti d’oro. Soprattutto, però, ha dato una sferzata ad un morale fin qui sotto terra.

Finalmente 4-3-3. Forse il più adatto al gioco rossonero

Più che altro, finalmente, ognuno nel suo ruolo. Jack a centrocampo, Suso alto a destra e Borini che, comunque dove lo metti sta, nei tre d’attacco a provare ad interpretare il ruolo alla “Mandzukic”. Nonostante le numerose defaillance di Musacchio, imperdonabile sul gol di Verdi dove si fa saltare peggio di un birillo da Destro, la difesa ha retto meglio, a centrocampo siamo stati più presenti e in attacco  avevamo maggiori “frecce al nostro arco”. Certo, siamo ancora molto indietro, ma i primi seppur timidi segnali di ripresa, io li ho visti.

Encomiabile la prova di Montolivo. Sempre insultato, trattato a “pesci in faccia” ed eletto a primo responsabile di ogni sconfitta o malefatta passata,ha messo tutti a tacere con una prova maiuscola a livello di sacrificio ed organizzazione. Magistrali due salvataggi davanti a Donnarumma. Dovesse continuare così, Biglia e Locatelli, il campo lo vedranno col binocolo. Aggiungerei anche: per fortuna!

Anche Kessiè ha disputato una buona gara. Partito carico, pressing alto, scorribande in fascia e recupero palloni costante. Ovviamente col passare dei minuti è andato in calando, ma anche lui, se messo nelle giuste condizioni, non potrà che far meglio rispetto alle precedenti uscite. Lasciamo lavorare tutto il gruppo con Gattuso e diamogli fiducia. Come dice Ringhio: “la strada è ancora lunga”, ma da buon vecchio Rossonero, credo sappia cosa fare.

Per quello che riguarda il reparto avanzato, invece, vanno ancora registrati molti movimenti. Bene Kalinic. Pregevole l’assist per Bonaventura e la mole di lavoro che si carica sempre sulle spalle. Dovesse diventare un po’ più killer in area, potrebbe davvero tornare molto utile alla causa Rossonera. Peccato per i fischi che ogni volta i tifosi gli riservano. Capisco però che il calcio non è per tutti. Ognuno arriva a leggere e interpretare le varie fasi e il lavoro di un giocatore per quello che la sua cultura calcistica gli permette. Non arrabbiamoci, dunque, se qualcuno non capisce quanto sia utile il suo lavoro. Non è colpa sua, ma semplicemente un limite.

Non è stato sufficiente Suso. Ormai lo conoscono tutti. Sì, dribbla e a volte va sul fondo. Ma non azzecca mai il cross o il tocco per la punta in arrivo. Forse lo spagnolo, è tutto qua e dopo un anno di clamore, non stupisce più nessuno. Deve darsi una svegliata e diventare meno prevedibile o non sarebbe poi così male se il Milan e Suso dovessero prendere strade diverse.

Molto male, se non dire quasi triste, la prova di Silva. Apatìa pura. Avrebbe da imparare da Cutrone, non tecnicamente, ma proprio nella maniera di stare in campo e di lavorare ogni pallone. Patrick si è preso un corner al 47esimo della ripresa che è valso quanto mezzo gol. Ha sempre carica, foga e passa in secondo piano la sua poca precisione in area perchè la sopperisce, come Petagna e pochi altri, con un enorme lavoro per i suoi compagni. Ha il vero Dna rossonero. Molte volte a vantaggio del suo compagno di reparto liberato da ogni lavoro di pressing, purchè non sia Silva che in SerieA, col pallone tra i piedi, non sa cosa fare.

Vediamo nel dettaglio come si sono invece comportati i nostri beniamini: 

Donnarumma: 6,5 – Partita di grande attenzione. Reattivissimo su Taider e Verdi. FARFALLA

Musacchio: 5 – Male, molto male. Dà sempre l’impressione di non farcela, è lontano parente di quello in avvio di stagione. Farsi saltare coì da Destro poi, imbarazzante. MARMOREO

Bonucci: 6,5 – Bravo Leo. Grinta come pochi, leadership in ripresa. Sbaglia sempre meno e conduce sempre meglio. Avanti così, capitano. LEADER

Abate: 4,5 – Ti ho sempre sostenuto Ignazio, ma forse è ora che ti faccia da parte. Il problema è che non avremo Conti ancora 3 mesi. DISASTROSO

Rodriguez: 6 – Meno incisivo del solito, deve arginare spesso e volentieri Verdi. gioca comunque una discreta partita. COSTANTE

Kessiè: 6 – Parte a razzo, forse troppo. Partita in crescita, speriamo con Gattuso trovi la giusta alchimia. TANK

Montolivo: 7 – Che partita, che signore, che sacrificio! Miracoloso su Destro e Nagy. Ancora qualcuno che lo critica c’è? ESEMPLARE

Bonaventura : 7 – Finalmente Jack. Due gol come uno Swiffer, via tutta la polvere immagazzinata da un anno a questa parte. Il terzo consecutivo. Se messo nel giusto ruolo rende, eccome se rende. REDIVIVO

Suso: 5,5 – Deve assolutamente trovare via alternative per rendersi pericoloso, sempre troppo fumoso. APPANNATO

Kalinic: 6,5 – Pregevole l’assist per Jack. Si sbatte sempre, forse troppo e paga pegno in fatto di lucidità, ma per ora va bene così. GREGARIO

Borini: 6,5 – Il nostro miglior acquisto, gioca ovunque. Corre per tre ed esce per un mezzo infortunio. INSTANCABILE

Silva: 5 – Altro ingresso  da spettatore. Così non va. MOLLO

Cutrone: 6,5 – Dà sempre la scossa. Da applausi il corner preso al 90 esimo. LEONE

Calabria: s.v

Gattuso: 6,5 – Finalmente ha capito di passare a 4 dietro e la squadra lo ripaga. Vederlo in panchina non può che caricare i ragazzi. Coraggioso nel passare alle 2 punte. Speriamo possa davvero trasmettere un po’ di DNA rossonero a questi ragazzi. RINGHIO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: