Dal quartiere veronese: regali di Natale

154
Abbattuti!

Quella che doveva essere la partita del riscatto, si è trasformata in un’altra catastrofe, sfornando veri e propri regali al Bologna.

“Dimmi come mai…”

Dopo l’orrenda prestazione fornita allo Scida la settimana scorsa, una reazione era d’obbligo.

Invece, quello che sembrava un passaggio a vuoto breve si è dimostrato l’incipit di una carrellata di partite anonime.

Anonime sì, perché questo è il termine che più rappresenta il momento che sta attraversando la squadra di Maran, che non riesce più ad esprimere quel gioco spumeggiante che l’aveva contraddistinta.

Trame di gioco prevedibili e macchinose, difesa ormai allo scatafascio e attacco che qualora venisse privato di Inglese, diverrebbe più che sterile.

La sfortuna non c’entra

“Lo scivolone di Cacciatore è la fotografia del momento che stiamo passando”. Queste sono le parole di Maran al termine della gara.

Io credo che se dovesse esistere un fato, quello è proprio intervenuto ieri, punendo chi per settanta minuti ha macinato un gioco scadente, acciuffando il pareggio immeritatamente.

Aggrapparsi alla sfortuna non è mai la scelta migliore, perché in quella prima o poi ci incappano tutti.

Io piuttosto proverei a ragionare sul perché si ricade spesso in situazioni di questo genere, sul perché si resuscitano sempre giocatori abbandonati al proprio destino come Destro.

Poiché in fondo come dice il buon “Rado”: “Se si gioca così si perde con chiunque”.

Serve una risposta a questi dilemmi shakespeariani, e a Benevento deve essere pronta.

PAGELLE

I MIGLIORI:

JAROSZYNSKI: 6 – Spinge quanto può sulla sinistra, sempre però con qualche errore di misura.

INGLESE: 7 – In questo momento è l’unico che si rivela decisivo e motivato.

PELLISSIER: 6 – Entra col piglio giusto, cercando di infondere grinta ai compagni.

I PEGGIORI:

SORRENTINO: 5 – Sui primi due goal è davvero maldestro, prima non uscendo nella propria area piccola, poi respingendo un tiro centrale in malo modo.

HETEMAJ: 5.5 – Fin troppo impreciso nel giro-palla e al momento di andare sul fondo per il traversone.

PUCCIARELLI: 5 – Inconsistente e inconcludente.