Connect with us

Ultime News

Il Pagellone Rossonero: fabula docet

sipario

La favola Europa League è finita e con lei anche i sogni di gloria europea di quest’anno. Attenzione però, quello che ne è emerso, è che il Milan è probabilmente più avanti di quanto molti suoi detrattori si aspettassero. Nessuno mi toglie dalla testa che saremmo potuti passare, non fosse stato per quel rigore inventato dopo una pacchiana simulazione di Welbeck

Tutto il disappunto dei Rossoneri dopo il rigore, assurdo, concesso ai Gunners

Il Milan di Gattuso, in Europa, ha decisamente pagato l’inesperienza dovuta alla giovane età. Non tanto nella gara di ritorno dove per lunghi tratti abbiamo messo sotto l’Arsenal, ma nel primo tempo a SanSiro. Due gol regalati e partita con il freno a mano tirato a causa dell’esordio di tanti ragazzi e del ritorno in un big match europeo, dopo anni di astinenza. Certo, di lavoro ce n’è e anche tanto da fare, ma per lunghi tratti, questa differenza di esperienza non si è vista.

Il rigore è inutile star qua a discuterlo, è stata una pagliacciata e tale deve rimanere. Perdere anche solo qualche riga per commentarlo, non serve a nulla. Gli stessi tabloid inglesi condannano Welbeck e la scelta di regalare un penalty dopo una simulazione mostruosa. Peccato, perché la gara ne è risultata decisamente falsata. Non fosse bastato questo colpo basso, ecco che ci si mette anche Donnarumma. Autore di qualche parata di livello, ma che davanti ad un’innocua conclusione, non riesce a deviare a lato e, con una papera da terza categoria, regala il secondo gol e quindi la qualificazione ai Gunners. Dopo questa prestazione i sogni di arrivare a Cavani con uno scambio più soldi in quel di Parigi, li vedo davvero offuscati. Fantacalcio, insomma. Motivo per cui, il buon vecchio e caro Raiola, dovrebbe capire che a suon di vaccate sta rovinando la carriera di questo ragazzo e di conseguenza le sue prestazioni in Rossonero. Certo, anche Gigio ha le sue colpe, ma per anzianità ed esperienza, darei la precedenza all’italo olandese.

Dopo questo sfogo penserete che la colpa sia solo dovuta ad episodi sfavorevoli. Non proprio. Facciamo sempre una fatica pazzesca a segnare o a tirare in porta. Ci serve una punta, una punta vera. Silva non è abbastanza, spiace dirlo, ma si è divorato dopo 45 secondi una palla deliziosa, Cutrone, a parte una girata fuori di poco ha solo sportellato qua e là. Suso si è nascosto e Kalinic, appena entrato, ha sparato in “bocca” al portiere un colpo di testa dopo un assist al bacio di Bonucci. Credete possibile che una squadra come il Milan, possa giocare con questi quattro giocatori in un’ipotetica prossima Europa League, o in caso di miracolo la Champions? Non scherziamo. I limiti si son visti. Finchè affronti squadre di basso livello, puoi anche cavartela, ma contro determinati club devi avere un campione che la metta dentro al primo colpo, al massimo al secondo. Questo a noi manca e dovremo per forza porvi rimedio. Chi sarà non lo so, ma dovessimo cedere Donnarumma e Kalinic, beh, un vero bomber può arrivare!

Vediamo invece nel dettaglio come si sono comportati i nostri beniamini: 

Donnarumma: 5 – Ha comunque compiuto parate di livello. Assurda la papera, ma che vuoi farci…Anche Gattuso dice tutti possono sbagliare. Peccato averlo fatto in Europa. SFORTUNATO

Borini: 7 – Vi rendete conto della partita che ha fatto Fabio, pur non essendo terzino? Manda in porta Silva dopo 45 secondi che spreca malamente. PENDOLINO

Bonucci: 7 – Capitano, oh mio capitano. Quanto mi dispiace per questa eliminazione. Partita di spessore, mette sulla testa a Kalinic la palla perfetta, ma il croato spreca. Come al solito. LEADER

Romagnoli: 6 – Meno preciso del solito, ma altra partita di livello. Siamo sulla strada giusta. ALLIEVO

Rodríguez: 6,5 – Quando meno te lo aspetti, esce lui. Il rigore a lui imputato è una vergogna. Per il resto partita di spinta nella ripresa, controllo nel primo tempo. SICURO

Suso: 4,5 – Peggiore in campo. Come sempre quando l’avversario è di livello. Basta, io non lo voglio più vedere finchè non impara che si gioca in undici, e che non è Messi. Ah, il coraggio, Suso, vedi di iniziare a trovarlo. CODARDO

Kessiè: 6,5 – Regge da solo la lotta a centrocampo, liberando Montolivo in impostazione. Altra partita rispetto all’andata. TANK

Calhanoglu: 7 – Finalmente Calha! Gran gol del turco che fa sognare il Diavolo, peccato per quello che  è successo dopo, ma non è colpa nostra. CECCHINO

Silva: 5,5 – Bell’assist per Cutrone. Il resto è vuoto pneumatico condito da un errore madornale sottoporta. Corre a caso, ma almeno, ora, corre. CONFUSIONARIO

Cutrone: 5,5 – Come il portoghese, non lascia il segno. Dosiamolo con parsimonia, certe partite possono fargli più male che bene. PREZIOSO

Kalinic: 5 – Colpisce la palla servitagli da Bonucci con la stessa cattiveria di un gattino. Non ci siamo  Nikola, non ci siamo cribbio! ECTOPLASMA

Locatelli: s.v

Bonaventura: s.v

Gattuso: 7 – Cambia modulo e la squadra risponde presente. Paghiamo la poca cattiveria e la poca abilità delle nostre punte, ma su questo, Rino, ha ben poco che può fare. MAESTRO

 

 

 

 

 

 

 

 

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: