Connect with us

Ultime News

Mai così nella nostra storia: settimo KO consecutivo!

Mai così nella nostra storia: settimo KO consecutivo per la squadra di Oddo nel clima surreale del Friuli.

Si giocava infatti la partita di recupero nel ricordo di Davide Astori contro la sua Fiorentina, quella stessa partita che non si giocò a marzo a causa della tragica e improvvisa scomparsa del capitano viola a poche ore dalla gara.

Tanta è stata la commozione all’interno e all’esterno dello stadio, con più dediche e saluti da entrambe le tifoserie per Astori, come per esempio la celebrazione al 13° minuto con un lungo generale applauso e l’affettuoso e sincero striscione “Mandi Davide” della Curva Nord. 13 come era il numero di maglia di Astori, per il quale la squadra viola ha ritenuto opportuno soggiornare fuori città, evitando così brutti ricordi e bruttissime sensazioni.

In questo clima particolare che vedeva anche la ricorrenza del “compleanno” del Friuli per i suoi 941 anni, abbiamo vissuto l’ennesima giornataccia sportiva.

Stiamo ormai scivolando lentamente verso un grigio finale di stagione. E speriamo soltanto che qualche insperato guizzo ci porti qualche misero punticino, in modo da non rendere questo finale nero, nerissimo. Infatti, la Serie B è lontana al momento 9 punti, con 8 partite da giocare. Un tracollo sembra difficile, ma cerchiamo di non aiutare le disgrazie, possibilmente.

Erano 55 anni che non perdevamo così tante gare di fila. E quell’anno arrivò appunto la Serie B. Cosa possiamo fare per non ripetere la storia? Sicuramente non si cambierà allenatore, cosa ormai inutile e sinceramente neanche giusta, visto che non tutte le colpe, o almeno quelle più grosse, non sono del Mister.

Bisognerebbe forse cambiare la gestione generale, come ha sottolineato proprio il coro dello stadio a fine partita dedicato interamente a Gino Pozzo e a quello che ha potuto smantellare in questi anni di quanto ereditato dal padre.

Bisognerebbe forse cambiare qualche pedina in campo, viste le pessime prestazioni di giocatori come Pezzella e De Paul. O forse qualche schema di gioco, visto che non c’è comprensione né dialogo in campo, né tantomeno azioni pericolose da parte nostra.

Significativo il fatto che l’unica nota interessante dell’intera gara è stata una singola azione con tiro da parte di Perica.

Oltre a questo, tanta mediocrità e tanta paura contro una squadra comunque in salute che veniva da quattro vittorie consecutive.

Oddo in sala stampa si è scusato con tutto l’ambiente, giustificandosi col momentaccio in cui tutto va tutto storto, dal rigore, all’infortunio, alla svista arbitrale.

Ma dovrebbe essere proprio il Mister a portare quella grinta in più anche nelle dichiarazioni, cosa che puntualmente manca di fare.

Dopotutto, l’unica nota positiva della gara contro i viola è stato il ritorno in campo di Kevin Lasagna, l’unico elemento che in questa stagione travagliata è riuscito a dare corpo e vivacità all’anemico attacco bianconero.

Il problema è che ci aspettano ancora tre gare piuttosto impegnative, tra Lazio in casa domenica 8 alle 18, e Cagliari e Napoli in trasferta. Bisognerà aspettare fine aprile per incontrare avversari più abbordabili, tra Crotone al Friuli e Benevento in Campania. Ma come arriveremo a quegli appuntamenti?

Ingeriamo Maalox e andiamo avanti.

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: