Connect with us

Ultime News

Tudor interrompe il record di sconfitte, ma non si vince ancora!

Tudor interrompe il record di sconfitte, ma non si vince ancora.

Contro un Benevento già retrocesso matematicamente, l’Udinese riesce a infrangere l’incredibile serie negativa di undici partite perse consecutive, senza però trovare una vittoria che sarebbe stata quasi decisiva in chiave salvezza.

Con tre partite da giocare e praticamente una sola casella da riempire per la Serie B dell’anno prossimo, i bianconeri se la vedranno con Crotone, Cagliari, Spal e Chievo. Tutte racchiuse in tre punti.

Nonostante il 3-3 finale a Benevento, la partita non è stata granché per larghi tratti. Come spesso accade ultimamente, l’Udinese riesce anche a passare in vantaggio, ma risulta incapace di mantenerlo a lungo. Anzi, questa volta, addirittura, si fa superare da una squadra rimasta in dieci uomini nel corso del secondo tempo.

Come per miracolo riusciamo a tornare in vantaggio con una doppietta del solito Lasagna a dieci minuti dalla fine (comei la Juventus il giorno prima sul campo dell’Inter), ma giusto per mantenere le tradizioni, ci facciamo recuperare a tempo scaduto, con un improbabile gol da terra dell’ex-Arsenal Sagna.

Per tutta la partita, come settimana scorsa col Crotone, i tifosi bianconeri (accorsi numerosi a Benevento) hanno sostenuto e incitato la squadra. Per poi contestare a fine gara a 360 gradi, da Gino Pozzo a Franco Collavino fino ad arrivare a un incolpevole Igor Tudor, accusato di juventinità e d’aver sostituito Oddo.

Ci chiediamo cosa avrebbe dovuto fare Tudor. Forse rifiutare l’occasione di allenare in Serie A a causa dei suoi trascorsi di giocatore? O in questi pochi giorni ribaltare totalmente una squadra reduce da mille sconfitte consecutive e renderla improvvisamente competitiva?

Un punto muove comunque la classifica, e dobbiamo essere soddisfatti che Cagliari e Chievo abbiano perso. Ci attende ora lo scontro con l’Inter di domenica 6 maggio alle 12 e 30. La squadra di Spalletti sarà di certo arrabbiata per la rocambolesca sconfitta in casa con la Juventus, e con in mente l’obiettivo di raggiungere la prossima Champions League.

Da parte nostra, come ha detto Mister Tudor, bisognerà lavorare in settimana soprattutto sull’aspetto psicologico, cercando di uscire da questa depressione continua in cui siamo precipitati da mesi. Se mai ci riusciremo per poter finalmente festeggiare la salvezza, ci sarà però da intraprendere un percorso più serio con un progetto con basi solide. Se veramente Gino Pozzo ha a cuore questa squadra, bisogna che dia inizio a qualcosa di concreto e duraturo, senza colpi di testa e nella vecchia tradizione bianconera del padre. Oppure può tranquillamente cedere il testimone.

Adesso fuorii gli attributi!

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: