Connect with us

Ultime News

A Imola, Sam Bennett è un fulmine nel nubifragio

Bennett a Imola

GIRO D’ITALIA – L’alta velocità, la salitella dei Tre Monti ed il maltempo scremano il gruppo dei velocisti: a Imola si impone Bennett con relativa facilità

In una tappa sostanzialmente senza difficoltà altimetriche, se non il gpm di 4^ cat. a 10 chilometri dal traguardo di Imola, reso però un po’ più difficile del previsto per il violento nubifragio abbattutosi sui corridori, ci si attendeva una nuova puntata del duello tra Sam Bennett ed Elia Viviani, i velocisti più forti in gruppo a questo Giro d’Italia. Un’appuntamento saltato, perché Viviani ha perso contatto dal gruppo di testa ad una quarantina di chilometri dal traguardo e, rimasto solo senza compagni di squadra, si è poi arreso, arrivando al traguardo dopo 9′ dal vincitore, appunto Bennett. L’irlandese è invece stato bravissimo a tenere le ruote dei compagni sullo strappetto alle porte di Imola e a non perdere la freddezza quando Matej Mohoric e Carlos Betancur sembravano ormai lanciati verso il successo di tappa, dopo la bella azione in discesa. All’ingresso nel circuito automobilistico Dino ed Enzo Ferrari, 900 metri dalla linea di arrivo, i due attaccanti avevano ancora qualche secondo di vantaggio, ma Bennett ha anticipato i tempi ed è saltato sulla loro ruota, involandosi verso una facile vittoria, quasi per distacco. Lo sprint del gruppetto di testa è quindi valso solo per il secondo posto, con Danny Van Poppel che ha sopravvanzato Niccolò Bonifazio.

Poco da segnalare rispetto alla corsa dei big, solamente due episodi. Il primo quando il gruppo si è spezzato in due tronconi e, oltre al già citato Viviani, sono rimasti attardati Richard Carapaz e Domenico Pozzovivo, costretti quindi ad inseguire per una quindicina di chilometri con le loro squadre e bravi a rientrare con un allungo prima che fosse troppo tardi. Il secondo nel finale, quando ancora una volta è stato Simon Yates il più brillante in salita, visto che ha chiuso in prima persona su chi aveva tentato di andarsene.

12^ Tappa: Osimo – Imola (km 214)

13^ Tappa: Ferrara – Nervesa della Battaglia (km 180)

Frazione in tutto e per tutto simile a quella appena percorsa, con un lunghissimo tratto pianeggiante ed un piccolo “dentino” nel finale che tuttavia non dovrebbe rovinare i piani ai velocisti. Il tutto alla vigilia dello “spauracchio” Zoncolan di sabato, ragion per cui, inevitabilmente, gli uomini di classifica se ne resteranno belli tranquilli nella pancia del gruppo. Vedremo se ci sarà un altro  duello Viviani-Bennett, entrambi vincitori di due tappe.


Foto di Tim De Waele / TDMSports tratta dal sito www.cyclingnews.com

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: