Connect with us

Ultime News

Mondiali 2018: Ora o mai più per i Diables Rouges

Se il Belgio può avere una chance di vincere un Mondiale sembra proprio l’edizione di Russia 2018. Mai a questi livelli i “Belgian Red Devils”.

Deve essere il loro momento. Una rapida occhiata alla squadra belga di Coppa del Mondo mostra una generazione d’oro nel suo massimo splendore: il tempo del Belgio è adesso.

Hanno il talento e soprattutto l’equilibrio per andare fino in fondo. Il loro undici iniziale può competere con chiunque, anche se non sono granitici in difesa.

Kevin De Bruyne, Eden Hazard e Romelu Lukaku offrono a Martinez senza dubbio l’attacco più sfaccettato nel mondo del calcio. Difensori avversari avvisati.

La nomina di Martinez a ct del Belgio nell’agosto 2016 è stata, secondo quanto emerso, salutata con perplessità da alcuni giocatori, ma ha portato Kevin de Bruyne & Co. alla Coppa del Mondo con due partite di anticipo. I dubbi però persistono sulla sua efficacia difensiva.

Eden Hazard è il degno capitano, ma è Kevin De Bruyne a fare la differenza per il Belgio. A 26 anni è indubbiamente il suo momento e, di riflesso, del Belgio. Il giocatore del Manchester City è l’alfiere della “generazione dorata”; quel talento raro che può determinare le partite con i suoi colpi di classe. Non si tratta solo di un uomo che crea gioco; a suon di gol può aiutare il Belgio a esprimere il proprio potenziale.

Il Belgio non è mai stato atteso come in questi Mondiali, per i calciatori a disposizione ma anche per un tecnico che ha sempre dimostrato buon senso e ottime idee. Il mix sembra essere perfetto per un torneo che in Belgio resterà nel ricordo di molti.

In campo:

Per quanto riguarda la disposizione in campo della squadra, la certezza sarà la difesa a 3. Avere Alderweireld e Meunier che spesso sono stati schierati a 3 è una sicurezza da sfruttare. Al centro si posizionerà un Kompany acciaccato e di sicuro Vertonghen avrà il suo spazio, con Meunier in fascia.

A centrocampo (dove incredibilmente non è stato convocato Nainggolan, ndr) iniziano le grandi scelte: con una difesa a 3 la logica vorrebbe due laterali di grande corsa, più difensori che vere e proprie ali. Invece Martinez ha spesso utilizzato Ferreira Carrasco sulla destra, chiedendogli un lavoro eccezionale anche in copertura. Se così sarà anche ai Mondiali, a garantire copertura preventiva al centro del campo ci sarà quasi sicuramente Dembele.

Con una disposizione del genere De Bruyne avrà in mano la gestione della squadra, potrà svariare sui diversi fronti e non dovrà più sottostare alle limitazioni tattiche di Wilmots, che lo voleva nella zona opposta a Eden Hazard. In questo modo i due avranno molte più possibilità di ritrovarsi nella stesso spazio di campo e cercare un dialogo che fa paura a qualsiasi difesa. Avere due creativi che cercheranno spesso di condurre insieme l’azione offensiva su un lato richiede un lato debole con una punta brava nello smarcarsi e tagliare con grande velocità verso la porta. A questo identikit sembrano rispondere alla perfezione Dries Mertens e Thorgan Hazard, ovvero giocatori che dovranno muoversi più da mezzapunta che da ala e dare una soluzione creativa in più per innescare Lukaku che resta la punta intorno al quale l’intero gioco del Belgio dovrà avere una finalizzazione.

La rosa
  • Portieri: Koen Casteels (Wolfsburg), Thibaut Courtois (Chelsea), Simon Mignolet (Liverpool);
  • Difensori: Toby Alderweireld (Tottenham), Dedryck Boyata (Celtic), Vincent Kompany (Manchester City), Thomas Meunier (Paris Saint-Germain), Thomas Vermaelen (Barcelona), Jan Vertonghen (Tottenham);
  • Centrocampisti: Nacer Chadli (West Bromwich Albion), Kevin De Bruyne (Manchester City), Mousa Dembele (Tottenham), Leander Dendoncker (Anderlecht), Marouane Fellaini (Manchester United), Youri Tielemans (Monaco), Axel Witsel (Tianjin Quanjian);
  • Attaccanti: Michy Batshuayi (Chelsea), Yannick Carrasco (Dalian Yifang), Eden Hazard (Chelsea), Thorgan Hazard (Borussia Monchengladbach), Adnan Januzaj (Real Sociedad), Romelu Lukaku (Manchester United), Dries Mertens (Napoli).

POTREBBE INTERESSARTI>>MUNDIAL 82: QUANDO LO SCEICCO FECE ANNULLARE UN GOAL

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: