Fantacalcio: alla scoperta di bomber Piatek

299
Ronaldo e altri campioni

E’ senza dubbio Krzystofz Piatek la rivelazione dell’avvio della Serie A, e di conseguenza la rivelazione del fantacalcio 2018/2019.

Il giovane attaccante classe polacco ’95 è stato acquistato in estate dal Genoa per circa 4 milioni più bonus dal KS Cracovia, squadra nel quale è esploso nelle ultime due stagioni. Ai rossoblù serviva assolutamente un numero 9, anche dopo il totale flop dello scorso anno di Gianluca Lapadula. Scelta piuttosto rischiosa quella di puntare su un 23enne proveniente da un campionato minore. La classica scommessa, anche per il fantacalcio.

Attaccante moderno, molto abile in area di rigore, sa anche giocare per la squadra, potendo usufruire di un fisico importante e di una buona base tecnica, come mostrato anche dalla fattura di molti suoi gol.

Il fatto clamoroso avviene ad inizio agosto. Coppa Italia, primo match ufficiale stagionale e prima uscita di Piatek con la maglia del Genoa. Genoa-Lecce termina 4-0. Piatek non solo trova il gol all’esordio, ma è addirittura lui ha realizzare tutti e 4 i gol dei padroni di casa. Poker all’esordio: beh, non male come avvio… A questo punto, molti fantallenatori ci fanno un pensierino per l’asta. Piatek era la classica scommessa che attizza per l’asta del fantacalcio, come poteva essere Antenucci lo scorso anno o Simeone due anni fa. Logicamente però era lecito avere dei dubbi. In molti pensavano ‘’Ok, ha fatto poker all’esordio, però contro una squadra che lo scorso anno era in C. Ed è sempre calcio d’agosto’’.

Piatek salta la prima partita di campionato causa rinvio del match Milan-Genoa per la tragedia del Ponte Morandi a Genova. Esordisce in campionato contro l’Empoli, e risulta subito decisivo con un gol nella vittoria contro i toscani. Non è finita: alla terza giornata, doppietta a Reggio Emilia contro il Sassuolo. Sono 3 gol in 2 partite in Serie A (attualmente capocannoniere con Benassi, anch’egli fino ad ora grande rivelazione), e 4 reti in una sola partita di Tim Cup. Totale:  7 reti nelle prime 3 partite con la maglia del Genoa. Un avvio davvero incredibile, difficile da pensare solo per un top player, figuriamoci per una giovane scommessa che deve ancora dimostrare tutto.

Dopo il super avvio, il prezzo di Piatek è impennato, e si è subito parlato di interesse da parte delle big italiane. Ovviamente è impennata anche la quotazione al fantacalcio e il peso del calciatore nell’asta. C’è gente che dopo Ferragosto lo ha portato a casa ad un solo credito, altri dopo un paio di settimane a 80 crediti su 500 a disposizione per esempio. E ora, se qualcuno ancora dovrà fare l’asta, dovrà vedersela dura per comprarselo…

Certo, occhio a non fare follie. Vero, il ragazzo promette bene e meglio di così non poteva assolutamente iniziare. Però ricordiamo che gioca comunque nel Genoa, una squadra molto discontinua negli ultimi anni, e che alla lunga tende ad avere periodi di crisi e momenti molto difficili non solo in campo, ma anche in società, con anche molti cambi di allenatori in corsa. Portiamo un precedente: il Cholito Simeone. L’attaccante argentino realizzò una decina di gol nel girone d’andata, poi il Genoa crollò e rimase quasi a secco per tutto il girone di ritorno, facendo così le sfortune di chi per lui aveva fatto un grosso investimento a gennaio. Ecco, questo non significa che ciò debba avvenire per il polacco. Solo consigliamo di non fare scambi azzardati o partecipare ad aste folli (150/200 crediti), tutto qui.

Per oggi è tutto. Ora, dopo la sosta, ritorna finalmente il fantacalcio. Come al solito, un grosso ‘in bocca al lupo’! E sempre VIVA IL FANTACALCIO!