Connect with us

Ultime News

Roma Champions: siam quelli belli de’ notte

Manolas

CSKA – Roma termina 1-2. Ancroa un successo per i giallorossi che espugnano uno stadio non facile come il Luzhniki. Adesso spareggio con il Real per il il primo posto

Roma: la situazione del girone

Forse qualcuno ci credeva sin da quando erano usciti i gironi; forse qualcun’altro s’è stupito dopo la debacle contro il Real. Non è un segreto che il Viktoria Plzen e il CSKA siano inferiori alla Roma. Però, dato l’andamento ondulato in campionato, si pensava che in Champions alcune sfide avrebvero potuto creare problemi. Specie la trasferta in terra moscovita. Invece nulla, o quasi.

La Roma ora è seconda  il proprio girone (paga proprio lo scontro diretto con i madrileni), ma a pari punti con il Real. Questo vuol dire che il 27 novembre all’Olimpico, se i ragazzi di Di francesco battono o pareggiano contro il Real, festeggeranno la qualificazione agli ottavi. La seconda da quando Eusebio guida questa squadra. È un dato che inorgoglisce e che consente ancora di sognare una grande cavalcata in Europa!

CSKA-Roma: la sfida in poche pillole

La trasferta russa ha consentito d Di Francesco di ritrovare l’affidabile e insostituibile Manolas. Ed ecco che appena la palla si alza in cielo, il greco vola! Subito 0-1, anche grazie alla sgraziata uscita di Akinfeev. Ben, no anzi benissimo. Tre minuti ed è già vantaggio.

I ragazzi non si scompongono, anzi gli ingressi di Kluivert e Florenzi danno velocità alla manovra e un po’ di brillantezza. Lo stesso gioiellino olandese la passa precisa precisa per capitan Florenzi, ma il bello de’ nonna manca il goal. I russi si sono spaventati e si fanno vedere solo con qualche tiro da lontano. Olsen non deve fare chissà quali miracoli. Solo dopo la mezzora il tiro di Oblyakov è intercettato dal solito econmiabile Kostas e poi l’altro russo manda alto di testa.

Nel secondo tempo, però, la Roma si congela un po’ e i russi escono fuori. E’ la stellina ilslandese Sidgursson a trovare l’imbucata giusta dopo un pregevole assist di Akhmetov. Diciamolo pure, a questo punto la paura di perdere il controllo della gara e della qualificazione scatta a tutti.

Per fortuna Magnusson fa la sciocchezza del doppio giallo e subito dopo un altro giocatore fondamentale Pellegrini Lorenzino trova su ciccata di Cristante il 2-1.

La partita prosegue con la reazione dei russi e la Roma che controlla, senza quasi mai tremare. Tre punti d’oro e la voglia di grande sfida è pronta: arriva il Real del neo allenatore Solari.

Le pagelle di CSKA -Roma: la crisi Dzeko

La cosa che meno rasserena me e tutti i ragazzi è la crisi del bosniaco Dzeko. Uno che lo scorso anno di goal in Champions ne ha fatti. E anche importanti. Ricordate a Londra?

Quest’anno sembra che abbia il piedino freddo, debole e tremante. Ieri aveva più di una possibilità per raddoppiare, ma ha sempre calciato male, s’è perso via o s’è fatto recuperare. Forse il gigante non è in forma o forse soffre troppi cambiamenti di formazione. Certo che il suo rendimento fra campionato e coppe (eccetto la tripletta in casa) è sul 4,5/5 e anche ieri confermiamo lo stesso voto.

Quando il gioco si fa duro, Manolas è pronto a morire. Eccolo il greco che ci piace! Sale in alto, fa sbattere la palla contro la spalla del portiere e inizia a correre come fece quella sera magica contro il Barcellona! Questo è il Kostas che vogliamo. Così torna a essere il centrale da 6,5/7 insostituibile ed essenziale. Ora aspettiamo che si riprenda Fazio. Il brasiliano sembra nettamente giù di corda e dar qualche possibilità a Marcano non sarebbe male.

Se Cristante liscia, ma assist, è comunque la coppia Pellegrini – Kluivert che merita gli onori del dopo Mosca. Il trequartista italiano sta da Dio in quel punto del campo. Sa inserirsi, crea gioco e non ha paura dell’avversario. L’olandese a differenza di Under magari scaglia meno frecce dai 20 metri, ma come corre, quanto aiuta la difesa e come vede il passaggio giusto. Secondo me questo ragazzo, figlio di quello che al Milan, fu un’apparizione, ha talento e merita spazio. E così si prende un 7,5 di stima e massima fiducia.

Ieri la Roma ha giocato in modo piacevole, concentrato e senza paure. Una Roma che allarga il gioco, consente l’apertura degli spazi per gli esterni bassi o alti. Una squadra che non si concentra solo sul proprio centravanti. La squadra è ricca di giovani fenomeni e ci vuole tempo per far le cose. L’idea che uno come Di Francesco, per cuore e tattica, debba rischiare, fa solo sorridere i gufi.

Roma Champions commento

Se la squadra entra in campo convinta, decisa e tranquilla, può creare problemi persino al Real. Le qualità balistiche, la rosa e i centimetri ci sono. Speriamo che da questa Champions esca fuori anche una Roma che onori il campionato.

Il nostro allenatore deve imparare ad avere più fiducia in tutti. Benissimo Zaniolo, che ancora una volta mostra tanto fiato prezioso e senso della posizione. Ma anche Justin deve avere le sue possibilità, perché questo ragazzo sa cambiare il ritmo della partita.

Ieri s’è visto in maniera evidente. Speriamo che anche in campionato il giovane olandese diventi parte del progetto. La panchina gli si addice poco. Lui freme, scalpita e crea sempre quel corridoio che ogni tanto non riusciamo mai ad aprire.

Il dopo Champions: la Sampdoria

E adesso arriva a Roma la Sampdoria. Scontato, anzi banale, anzi obbligatorio dire che ai ragazzi di Di Francesco serve una vittoria. Anche se il Milan e la Lazio dovesseo perdere o non perdere punti, lo stesso i tre punti sono d’obbligo. Ma la Samp è rognosa, difende bene e sa ferire.

Si giocherà alle 15, un’altra volta. E noi per ora siamo quelli belli de’ notte! Speriamo che si inizi a cambiar pelle anche nel pomeriggio!

Forza Roma!

 

Click to comment

Chi Siamo

Siamo un gruppo di tifosi – aspiranti giornalisti con l’idea di raccontare le emozioni del calcio e dello sport.

Mail : info@tifoblog.it

I Nostri Partner :

Scrivici!





Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

More in Ultime News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: