Il derby: equilibrio tra Levante e Valencia

326

Due pareggi per il Valencia: serve maggior creatività in attacco. Santi Mina è la soluzione?

Valencia-Atletico Madrid

Contro l’11 guidato dal Cholo, il Valencia ha dimostrato di potersela giocare alla pari. Ottimo esordio di Pereira che con la sua corsa e cross mette in difficoltà il centrocampo dei colchoneros molto fisico con l’aggiunta di Thomas in mezzo, mentre Gabi rimane in panchina.

I tifosi di casa reclamano l’arrivo di un altro attaccante e iniziano a criticare Zaza e Rodrigo da cui si aspettano qualche goal in più per rimanere nelle parti alte della classifica. Anche l’innesto di Gameiro nei biancorossi stavolta non cambia le cose. I pericoli per Neto arrivano da un tiro alto di Vietto dopo un’impostazione sbagliata in difesa e dalle incursioni di Carrasco che ha una marcia in più rispetto agli altri.

SEMrush

La partita si conclude con un giusto 0-0 che rafforza le ambizioni del Valencia.

Levante-Valencia

Sabato 16 settembre alle 13 ecco l’anticipo della Liga: il derby valenciano. Il Levante arriva al match dopo l’1-1 con il Real Madrid.

Formazioni:
Levante:  Raúl; Toño, Chema, Postigo, Pedro López; Lerma, Campaña, Bardhi; Jason, Ivi e Alegría.

Valencia: Neto; Montoya, Garay, Murillo, Gayà; C. Soler, Parejo, Kondogbia, A. Pereira; Rodrigo e Santi Mina.

Zaza parte dalla panchina, confermato Garay al posto di Gabriel Paulista. All’inizio domina l’equilibrio a centrocampo. Il match viene sbloccato da Rodrigo, che serve Gayà sulla sinistra che crossa, il centravanti brasiliano colpisce di testa, ed è l’1-0 per il Valencia.

Dopo pochi minuti Soler sbaglia da pochi metri sulla corta respinta, grande parata di Raúl che nega il 2-0 al Valencia.  Il Levante si sveglia improvvisamente e su un’altra respinta, ecco il goal del pareggio di Bardhi che insacca un tiro preciso all’angolo alla destra di Neto. Il Levante rischia di fare altri 2 goal su una respinta di Neto e su un’altra occasione nell’area piccola degli uomini di Marcelino.

Nel secondo tempo, più nervosismo e meno occasioni, entra Zaza che prova subito il tiro. Marcelino prova anche Guedes che entra al posto di Pereira. All’89 ultima occasione di Soler ma facile parata di Raúl con l’attaccante italiano che reclama perchè voleva essere servito.

Martedì 19 è ancora tempo di Liga con Valencia-Malaga, il Levante invece giocherà di nuovo in casa contro la Real Sociedad. Amunt!

Il prepartita Valencia-Atletico di Madrid

Il Levante: storia di una passione blaugrana

Immagine: Valencia cf

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.