Dal quartiere veronese: sfiorata l’impresa, sfiorata la beffa

313
Grande festa per l'ottimo pareggio ottenuto.

Dopo due settimane il Chievo bissa il pareggio contro il Napoli, questa volta per 1 a 1 al Grande Torino, rischiando però la beffa nel finale.

SOS difesa

Sabato tra i convocati non compaiono né Dainelli né Gamberini.

Motivi? Non si sanno con precisione, ma sta di fatto che è pura emergenza per Maran, che è costretto a schierare Cesar, che torna dopo il disastro contro il Milan.

Al suo fianco appare ancora Tomovic, che sta trovando il suo equilibrio nel quartetto arretrato.

SEMrush

Partenza sprint

Fin dalle prime battute si intuisce che le intenzioni del Chievo sono quelle di tentare il colpaccio.

Prima Castro (in seguito costretto a uscire per un infortunio che pare non rassicurare) colpisce il palo, poi Hetemaj batte Sirigu.

Terza rete con la casacca clivense per il kosovaro, e la leggenda narra che un giorno messere Perparim segnerà al di fuori di un 1-1 e tra le mura amiche.

Il Chievo amministra bene, grazie soprattutto alla solita sostanza di Radovanovic, però cade in errori grossolani, concedendo troppo agli avversari, che pareggiano i conti con Baselli.

Ripresa di controllo e ripartenze

Il Torino non si accontenta e spinge per arrivare al ribaltamento del risultato, ma anche i gialloblu si rendono pericolosi in contropiede.

All’improvviso ecco l’ennesima caduta in area di Belotti, il Var richiama l’attenzione di Banti, che decide di consultare gli schermi.

Rigore! Quel tocco di Gobbi che sembrava inesistente invece è apparso bastevole per decretare il penalty.

Dal dischetto si presenta Belotti, in astinenza dal gol da mesi, ma Sorrentino intuisce e respinge il tiro calciato malamente dall’attaccante granata.

Il Chievo contiene gli ultimi attacchi torinesi e, nonostante l’espulsione di Radovanovic per una reazione eccessiva, porta a casa il pareggio.

Ora ci aspetta la Spal, sabato prossimo al Bentegodi, dove la vittoria è quasi d’obbligo.

PAGELLE

I MIGLIORI:

SORRENTINO: 7 – Salva la flotta impedendo che il penalty si trasformi in rete.

HETEMAJ: 7 – Ormai ci ha preso gusto, seconda rete stagionale e solito motorino instancabile.

BASTIEN: 6.5 – Grande dinamicità a sostegno della causa.

I PEGGIORI:

TOMOVIC: 5.5 – Ingenuo sul pareggio granata.

GOBBI: 5.5 – Oltre alla poca spinta, atterra Belotti in area, rischiando di mandare in frantumi quanto di buono si era fatto.

INGLESE: 5.5 – Prima frazione di enorme sacrificio, ripresa in decrescita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.