5 sostituzioni in Serie A? Intanto l’IFAB dà il via libera. Ma non è sempre stato così…

16
abbonamenti Studio Samo

5 sostituzioni in Serie A per riprendere dopo il Coronavirus? Ormai è quasi realtà

L’IFAB ( International Football Association Club ) dà il via libera ad un temporaneo cambio di regolamento. Questo per venire incontro a possibili infortuni derivanti dal lungo stop causa Covid-19 e al gran numero di partite ravvicinate a cui i giocatori saranno sottoposti quando e se ripartirà il campionato.

“l’emendamento temporaneo entra in vigore con effetto immediato ed è stato effettuato in quanto le partite possono essere giocate in un periodo ristretto in diverse condizioni metereologiche”

Onestamente mi pare un’ottima iniziativa qualora si dovesse scendere nuovamente in campo. Pensare di poter gestire i giocatori e le partite, a maggio inoltrato e giugno, se non oltre, con temperature attorno ai 40 gradi, sarebbe impossibile con sole 3 sostituzioni. Ben vengano quindi le 5 sostituzioni in Serie A. Soprattutto a causa del lungo stop al quale gli atleti sono stati sottoposti per i ben noti motivi di cui tutti siamo a conoscenza.

abbonamenti Studio Samo

IFAB: si discute anche sul fallo di mano. Principio dell’immediatezza

Oltre al temporaneo cambio di numero per le sostituzioni, si discute anche dei falli di mano e del principio dell’immediatezza.

Avete presente il gol di Ibra annullato ingiustamente contro la Fiorentina? Bene, dalla prossima stagione sarà regolare.

“Ci sono state delle modifiche, definite chiarimenti, per limitare il tocco di mano dell’attaccante, un qualcosa che esula dalla volontarietà e dalla dinamica. Nel regolamento, in caso di gol, si parla solo di tocco di mano, per evitare che una rete possa essere segnata con un braccio seppur in maniera involontaria. C’era una parte non molto chiara, hanno voluto giustamente accorciare i tempi aggiungendo il principio dell’immediatezza del tocco di mano rispetto al gol. Il gol di Ibra contro la Fiorentina, per esempio, sarebbe valido, perché dopo il tocco di mano ci sono due dribbling prima del tiro in porta, quindi in questo caso l’immediatezza non c’è. Qualora invece il fallo di mano precedente al gol sia comunque punibile con gli altri principi della volontarietà e della dinamica, il gol sarebbe comunque da annullare anche in caso di non immediatezza”.

Come vedete non si parla solo delle 5 sostituzioni in SerieA.

Questo è quanto Rizzoli ha comunicato durante un’intervista a SkySport. Noterete come, a rigor di logica, il nuovo regolamento sarebbe molto più corretto e in linea con un buonsenso che già avevo invocato dopo quella partita. Da milanista, come saprete che sono, mi scoccia solamente il fatto che le correzioni di giudizio vengano fatte a danno subito. Era una situazione palese, i gol era regolare sotto ogni punto di vista. Peccato si debba sempre attendere l’anno successivo per modifiche facendo da cavie ogni volta. Prima la goal line technology, poi il Var e ora la modifica ai falli di mano. Quando avremo regole chiare ed inappuntabili per evitare dubbi o lamentele perpetue?

Come sono cambiate le sostituzioni dagli anni ’20 ad oggi

Negli anni ’20, fino ai primi anni ’50 , non erano contemplate sostituzioni. Ti infortunavi ? Stavi male? Non ce la facevi più? Bene, la tua squadra era costretta a giocare in 10. Non tanto perchè non esistessero le cosiddette riserve. Esistevano eccome, ma come già documentato nel 1863, quando i calciatori del Charterhouse giocarono contro la squadra del Old Carthusians F.C. non avendo al fischio di inizio 11 atleti, poterono inserire una cosiddetta riserva. La ” postilla ” era che potevi si alternare chi giocava, ma solamente prima del fischio di inizio.

Pensate che la prima sostituzione durante un match avvenne nel 1953 durante i campionati mondiali del ’54, ad Ottobre. La sfida era Germania-Saarland e Horset Eckel divenne il primo calciatore ad essere sostituito.

A partire dal ’65-’66 vennero introdotte anche nei campionati nazionali con regole differenti. Prima solo per infortuni, solo successivamente anche per motivi tattico-tecnici.

A livello internazionale, i panchinari divennero 5 a partire dal  Mondiale del 1970. Regola ripresa dalla Uefa per coppe europee e campionato continentale.

Per assistere alle 5 riserve anche in Italia ci fu da aspettare fino al 1980. Negli anni precedenti, infatti, in panchina poteva accomodarsi solamente il 14esimo giocatore, fermo restando il limite delle sole 2 sostituzioni. Nel 1994, invece, il numero dei cambi passò a 3, con l’obbligo di riservarne uno per il portiere. Facendo poi dietrofront l’anno successivo rimuovendo il vincolo. La forma attuale per intenderci. Capirete bene, quindi, che svolta epocale ha l’inserimento delle 5 sostituzioni in Serie A. Dopo più di un secolo, infatti, si  è passati dal non poter avere forze fresche, a cambiare quasi mezza squadra in corsa. I tempi cambiano amici, ma in meglio, o in peggio?

 

 

 

 

 

 

abbonamenti Studio Samo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.