Sampdoria, buona la prima: sarà importante l’umiltà

330

Buona la prima ufficiale della Sampdoria 2016/2017. Ieri sera a Marassi, i blucerchiati hanno battuto per 3-0 il Bassano Virtus, partita valevole per il 3° turno di Tim Cup. Decidono la doppietta di Muriel ed il gol di Budimir. Positiva l’umiltà messo in campo dai doriani.

Esordio positivo al Ferraris per Marco Giampaolo. La stagione scorsa la prima partita ufficiale fu l’inizio della fine, con la clamorosa sconfitta per 0 4 contro il Vojvodina e ammetto che andando allo stadio, un piccolo timore che tale episodio si potesse verificare nuovamente mi ha sfiorato. Anche se onestamente le due categorie tra Samp e Bassano si sono ben presto evidenziate. In generale i blucerchiati hanno fornito una buona prestazione caratterizzata, in particolare, dall’umiltà, come ha sottolineato in conferenza stampa il tecnico svizzero. Questo deve essere l’approccio ad ogni gara di campionato, sia che si giochi col Crotone o con la Juventus. Il campionato scorso, in molte partite i blucerchiati si approcciavano alla gara nel modo sbagliato, con anche una certa spocchia. Quest’anno la squadra dovrà avere un atteggiamento diverso, come mostrato ieri sera contro un avversario nettamente inferiore. Non si è sottovalutato l’impegno ed il risultato si è visto.

Il gioco di Giampaolo è davvero molto interessante ed intrigante quanto difficile: occorre avere un certo feeling coi compagni, conoscere i movimenti da fare ed essere veloci nell’eseguirili. Ieri sera qualche scambio, come vuole il mister, si è intravisto, ma come lui stesso ha rimarcato, ci sono ancora da affinare diverse cose. Cercare la soluzione al gol per via centrale è complicato, richiede molta qualità davanti e l’esecuzione tecnica e veloce di movimenti che dovranno diventare, si spera, automatici. All’Empoli ci è riuscito, anche se quella squadra era già abituata dalla precedente gestione di Sarri, speriamo si possa vedere anche qui a Genova perché, ripetiamo, questa tipologia di gioco è affascinante. In difesa, vero e proprio tallone d’achille del campionato scorso, qualche strascico della precedente gestione si è visto. Ma auguriamoci che si possa riporre rimedio in tempi brevi, anche perché mancava Leandro Castan che con un Silvestre, si spera ritrovato, può formare una valida ed affidabile coppia difensiva. Venendo ai singoli giocatori si sono contraddistinti per personalità, grinta e qualità Karol Linetty e Lucas Torreira, oltre che Muriel. L’urugaiano ha confermato le impressioni del precampionato, giocatore grintoso e tignoso che non si tira mai indietro con una buona dose di personalità, caratteristiche molto importante per il popolo blucerchiato. Linetty, invece, oltre che essere un giocatore anch’egli grintoso e di personalità, ha mostrato una certa facilità e serenità nelle giocate. Sono i due giocatori che, ieri sera, hanno colpito più degli altri. Muriel è apparso voglioso, eloquente il primo gol: è andato a lottare per rubare palla ai due difensori del Bassano e ci è riuscito, staccando gli avversari in velocità. Forse questa è la sua ultima chance per mostrare il suo valore. Giampaolo pare avergli dato fiducia, nonostante abbia ammesso che è ancora lontano dalla sua forma migliore.

Ora inizia il campionato, testa all’ Empoli: umiltà, carattere e grinta non dovranno mancare mai. Forza Sampdoria!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.