Abbraccio Rossonero: Montella, “Fa no el tovaian”!

267
milan

Caro Montella, ormai ci siamo. Il Derby di Milano è alle porte e, nonostante le numerose voci che vogliono tranquillizzare tutto l’ambiente, la tua compresa, questa partita è un crocevia per la stagione in corso. Perdere sarebbe un disastro

Il nuovo Milan di Montella stenta. Sia nel gioco che nei risultati. Almeno i cuginastri portano a casa i punti a fronte di un gioco inesistente. Fortuna? Non penso proprio. Noi subiamo gol a raffica e abbiamo l’undicesima difesa del campionato, mentre i nerazzurri hanno la migliore. Tirate voi le conclusioni. Se poi aggiungiamo una vena realizzativa più che scarsa ed una confusione tattica sempre presente in casa Rossonera, beh, gli ingredienti per un derby da “pazzi” sono serviti. I favori del pronostico sono tutti contro di noi. Speriamo possa davvero valere la regola che nelle stracittadine tutto è possibile, ma osservando un po’ quelle delle altre città, non pare essere poi troppo vera. Il Torino prende “mazzate” costanti, Roma e Lazio si suddividono le vittorie ed anche a Genova vince la squadra più in forma del momento.

Montella, tieni alto il nome di questi colori, gurada “LA STORIA”

Montella saprà dare la scossa e trovare la giusta collocazione ai suoi uomini?

SEMrush

Speriamo, perchè perdere non fa mai piacere, farlo in un derby è ancor peggiore e sprofondare a meno dieci dai cugini e a un’eternità dalla capolista già a metà ottobre, diventerebbe un peso insostenibile per l’ambiente. Inutile che Montella si presenti poi in conferenza con il suo sorrisino a dire che va tutto bene, che ha visto il carattere e passi in avanti. Non si fanno tiri in porta Vincenzo e non si ha ancora un undici titolare dopo più di dieci partite, coppe comprese! Queste scuse e questi atteggiamenti, con tutto il rispetto, non sono proprio indicati per chi ha sulle spalle il peso e la responsabilità di riportare il Milan ai vertici del calcio.

Al momento non ti si chiede di vincerle tutte, figuriamoci, ma semplicemente di dare un’impronta e un carattere a questa squadra. Ogni partita scorre su binari differenti. Sembra che i nostri giocatori non sappiano cosa fare da centrocampo in avanti. Che sia colpa dei troppi esperimenti e del troppo ed inutile turnover?

Durante i tempi d’oro, ricordiamoci che i vari Pirlo, Gattuso, Nesta, Maldini & Co. facevano quasi 60 partite l’anno senza lamentarsi e portando a casa i trofei. Non credi di dover imparare qualcosa da questo caro Aeroplanino? Sei il Mister, Montella? Bene, fai le tue scelte, prendi le tue decisioni. Ma fallo! Non possiamo aspettare tutto l’anno e non possiamo buttare al vento l’occasione di battere i nostri storici rivali dell’Inter nel derby, sia per motivi di tradizione che per motivi di classifica. Dobbiamo salire sul treno delle prime e dobbiamo farlo il prima possibile, prima che per il Milan e per te, caro Montella, diventi troppo tardi: “fa no el tovaian” e prenditi le tue responsabilità. Capito?

Ora testa alla stracittadina e fuori il carattere ragazzi. A noi tifosi, invece, non resta che correre a San Siro a sostenere i nostri colori!! Forza Milan!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.