Ad Austin arriva la 50ima vittoria di Hamilton

211

Nel GP degli Stati Uniti ad Austin, vittoria per Hamilton davanti a Rosberg. Mondiale più che mai apertissimo.

AUSTIN (U.S.A.). Le qualifiche erano state chiare, le Mercedes avrebbero dominato questo Gran Premio del Texas. Ma la qualifica a volte maschera quella che la gara dirà. Infatti, le gomme si sono rivelate dei veri punti interrogativi con parecchie scelte di mescola diverse, a seconda della scuderia.

Pronti via, Hamilton riesce a mantenere la posizione sull’arrembare di Rosberg, che a sua volta viene attaccato e superato da Ricciardo, con Raikkonen che fa lo stesso ai danni di Verstappen. Contatto tra Hulkenberg e Bottas che rovina la gara di entrambi i piloti.

Hamilton detta il ritmo, ma non come vorrebbe, non riuscendo ad andare via di Ricciardo e con Rosberg tallonato da Raikkonen, fino ai primi pit-stop che stravolgono completamente le strategie. Apre Verstappen che con Soft rientra a sopresa, seguito dopo un giro da tutti gli altri, tranne che Vettel, che per qualche giro, girerà in P1, nel frattempo Verstappen sopravanza Raikkonen, che accusa un problema con le Soft. Dopo il pit-stop del tedesco della Ferrari, la situazione vive una breve fase di stallo, fino al secondo pit, quando il primo a rientrare e Raikkonen, che incalzato da Vettel, decide di rientrare e montare le SuperSoft, cominciando poi a girare con tempi velocissimi rispetto ai big.

Al giro 27, il colpo di scena. Verstappen non viene richiamato ai box, ma lui rientra per evitare che Raikkonen possa sorpassarlo, ma sorprende gli stessi meccanici di casa Red Bull, che non riescono a prendere subito in mano la situazione e facendo perdere all’olandese circa 10 secondi. 3 giri dopo, il motore di Verstappen cede e costringe l’ingresso della Virtual Safety car che avvantaggia le Mercedes che possono fare il pit-stop con relativa calma e mantenere le prime due posizioni.

Dopo di questo, il Gran Premio di Austin si appiattisce e diventa noioso. Al giro 37 Raikkonen rientra per l’ultimo pit, ma gli viene montata male la posteriore destra, e in uscita dalla pitlane, viene richiamato e fatto fermare per evitare penalizzazioni.

A tre giri dal termine, la gara vive un’appassionante lotta con Sainz, Massa e Alonso che si giocano la quinta posizione. Alonso riesce a scalzare Massa con un sorpasso al limite, e il connazionale Sainz con un soprasso in ultima curva. Giro veloce per Vettel, che rientrato ai box a due giri dal termine, riesce a strapparlo al compagno di squadra Raikkonen.

A 3 gare dal termine, Rosberg mantiene la vetta con 26 punti di vantaggio sul compagno di squadra Hamilton, mentre nella lotta alla terza posizione Ricciardo allunga ancora su Vettel.

Domenica si ritorna subito in pista, con il Gran Premio del Messico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.