Al Delfinato prima vittoria per Fabio Aru

262

Dopo 27 giorni di corsa, pochi risultati e tanti dubbi, arriva a sorpresa la prima vittoria stagionale per un grande Fabio Aru: il “cavaliere dei quattro mori” compie un piccolo capolavoro di tattica nella 3^ tappa Boen-sur-Lignon – Tournon-sur-Rhone del Giro del Delfinato, una frazione che alla vigilia sembrava adatta agli attaccanti, ma che poi è diventata favorevole agli sprinter. In prossimità dell’ultimo chilometro di una salita dura ma troppo breve per tagliar fuori le ruote veloci, posta ad una ventina di chilometri dal traguardo, Fabio Aru ha la meravigliosa intuizione di allungare e riesce così a portar via un gruppetto di 9 corridori che guadagna velocemente una quindicina di secondi sul plotone, poi, quando la strada inizia a scendere, abbandona questa compagnia e si getta solitario a capofitto verso il fondovalle dove approfitta alla grande del percorso tortuoso (ponti, strettoie, rotonde e qualche saliscendi) e mantiene quei 7/8 secondi di vantaggio che si riveleranno decisivi. Il capitano dell’Astana arriva stremato sul traguardo ma ha comunque il tempo di alzare le braccia al cielo, appena 2″ prima che piombi il gruppo regolato da Alexander Kristoff su Niccolo Bonifazio che completa il trionfo italiano sulle strade francesi. Per il corridore sardo è una bella iniezione di fiducia dopo il deludente cronoprologo che lo ha di fatto tagliato fuori dalla classifica generale dopo appena 12 minuti di corsa (pesantissimo il 1’08” accusato nei confronti del leader Alberto Contador), ma che ora potrà costruire condizione e morale in vista dell’appuntamento principale dell’anno che partirà il 2 luglio da Mont-Saint-Michel con la maglia gialla in palio.

Il Critérium prosegue domani con la 4^ tappa Tain-L’Hermitage – Belley (km 176), frazione adatta ai velocisti che prevede solo due gpm, peraltro di 4^ categoria perché molto brevi (circa 2 km ciascuno) e dalla pendenza media attorno al 5% e che quindi non possono impensierire i principali sprinter presenti in gruppo. Il percorso vallonato nella prima parte certamente favorirà la partenza di una fuga, ma le squadre dei velocisti collaboreranno per tenerla sotto controllo senza lasciare troppo spazio ed avere la possibilità di chiudere nel finale.Delfinato4

Così come a Saint-Vulbas, favori del pronostico da suddividere tra Nacer Bouhanni (Cofidis) e Alexander Kristoff (Katusha), nella speranza di assistere ad una volata pulita e non al rodeo visto nella 1^ tappa. Attenzione anche agli outsiders Moreno Hofland, Sam Bennett, Edvald Boasson Hagen e Jens Debusschere, con Niccolo Bonifazio che con il podio di oggi si candida ad un altro buon risultato.

Diretta tv su Eurosport. Qui tutte le informazioni sul Giro del Delfinato: www.letour.fr/criterium-du-dauphine/2016/

Immagine di copertina tratta da www.letour.fr/criterium-du-dauphine/2016/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.