Altra vittoria per la Orica, oggi con Cort Nielsen

244

L’australiana Orica Bike Exchange è sempre più protagonista di questa Vuelta a Espana nella quale ha colto oggi con Cort Nielsen il terzo successo di tappa

Tappa estremamente tranquilla per gli uomini di classifica, quella di oggi nell’entroterra della Comunitat Valenciana. E c’era da aspettarselo visto il tracciato ondulato, ma privo di vere difficoltà altimetriche, e l’onere della corsa sulle spalle degli uomini che dispongono di un velocista in squadra. Del resto domani è in programma la decisiva cronometro individuale di 37 km che deciderà in maniera pressoché definitiva la Vuelta ed ogni energia risparmiata potrebbe rivelarsi fondamentale nella corsa alla vittoria, al podio ed alla top ten della classifica generale. Nelle battute iniziali è stato lasciato spazio ad un tentativo di fuga piuttosto ristretto (5 uomini tra i quali Mattia Cattaneo), ma quando il vantaggio ha raggiunto i 6 minuti, sono entrate in azione la Giant Alpecin e la Etixx Quick Step che hanno trovato la collaborazione di altre formazioni con uno o due uomini a testa ed in breve sono rientrati sulla testa della corsa per uno dei più classici sprint a ranghi compatti. Il più veloce è stato Magnus Cort Nielsen che regala così alla Orica Bike Exchange il terzo successo parziale dopo quelli di Simon Yates e Jens Keukeleire, da sommare all’ottimo piazzamento in classifica dei due capitani (Esteban Chaves terzo e lo stesso Yates quinto). Alle spalle del danese, nell’ordine Nikias Arndt e Jempy Drucker, con Daniele Bennati quarto e migliore degli italiani.

19^ Tappa: Xàbia – Calp [km 37] ITT

La cronometro individuale che deciderà la Vuelta, forse non la vittoria finale visto che i 3’37” di Nairo Quintana su Chris Froome appaiono più che sufficienti per mantenere la testa, ma di certo le altre posizioni di rilievo in classifica, si disputa su un tracciato sostanzialmente pianeggiante, nonostante uno strappetto nel primo terzo di gara. Si resta per l’intera prova nella Comunità di Valencia, con partenza ed arrivo sul mare da Xàbia a Calp, ma percorso che per un lungo tratto taglia la penisola del Cabo de la Nao all’interno, trovando qualche saliscendi che può spezzare il ritmo ai corridori. Niente di trascendentale comunque e prova che dovrà essere corsa con il lungo rapporto da parte di chi ha una posizione da difendere (o da attaccare) e coloro che vogliono vincere la tappa.

vuelta-19

Come sempre accade nel finale dei grandi giri, quando c’è una prova a cronometro negli ultimi giorni, saranno pochi i corridori che l’affronteranno a tutta. Gli altri si preoccuperanno solo di portare la bici al traguardo entro il tempo massimo, salvaguardando le energie per le ultime salite (sabato) o per preparare lo sprint di Madrid (domenica). A mio avviso il favorito principale per il successo di tappa è Jonathan Castroviejo, grande specialista del cronometro e recentemente quarto sul difficile tracciato olimpico, un corridore che sta dimostrando un eccellente stato di forma al servizio del capitano nella sua Movistar. L’unico che potrebbe insidiarlo è Chris Froome che a Rio fu terzo, ma la sua condizione non pare eccelsa, nonostante il secondo posto in classifica generale. Difficile l’inserimento di altri concorrenti anche se Alberto Contador sarà uno di quelli che spingerà a tutta per conquistare un posto sul podio e potrebbe ottenere un buon tempo. Tra gli outsider da segnalare Luis Leon Sanchez che pur senza obiettivi di classifica trova percorso a lui adatto in un esercizio congeniale e Tobias Ludvigsson in crescita cronometro dopo cronometro. Si è invece ritirato nei giorni scorsi Jos Van Emden che avrebbe avuto un’ottima chance.


Tutte le informazioni sulla Vuelta a España 2016 sul sito ufficiale www.lavuelta.com

Previous articleUS OPEN: Le semifinali che non ti aspetti
Next articleFroome vola a cronometro e riapre la Vuelta
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.