Arma letale polacca

567
Esultanza Stepinski

Su 7 reti totali finora siglate in Serie A, 5 sono state rifilate alle big del campionato. Arma letale Stepinski castigatore delle grandi.

Eredità pesante

L’addio, già programmato, di Inglese ha spianato la strada per la definitiva consacrazione del ventitreenne polacco, che ha mostrato di avere tutte le carte in regola.

Dopo le ultime ottime prestazioni della stagione scorsa, non c’erano dubbi sarebbe stato lui il perno offensivo, il centravanti boa.

Poi, l’arrivo in estate di Djordjevic ha costretto D’Anna a rivedere le gerarchie, ma un’altra punta di peso era più che necessaria.

Titolarità meritata

Durante la preparazione il serbo ex Lazio non è parso in ottime condizioni, quindi per Stepinski il posto da titolare era assicurato, almeno in avvio.

E Mariusz non tarda ad imporsi: colpo di testa vincente alla Juventus alla prime e rete da rapinatore vero alla quarta all’Olimpico contro la Roma.

Le due segnature sono rispettivamente la quarta e la quinta segnate contro le big del nostro campionato, dopo quelle a Milan, Napoli ed Inter dell’annata passata.

Insomma, un’autentica sentenza, ora all’appello manca soltanto la Lazio.

Ora decisivo contro le dirette concorrenti

Seppur il dato sia pazzesco, solo l’ultimo sigillo all’Olimpico è valso dei punti contro i top club, quindi ora dovrà dimostrare di essere decisivo anche nelle partite delicate. 

Certo, lo scorso anno ha sancito le vittorie contro Cagliari e Crotone, ma sempre partendo dalla panchina.

Quest’anno dovrà imporsi e risultare un cecchino infallibile sopratutto contro le dirette concorrenti.

Le premesse sono più che ottime, il ragazzo è in fiducia ed ha l’appoggio e il sostegno di tutto l’ambiente.

Forza SuperMariusz, facci sognare!

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.