ASD Reggina calcio mira alla ripresa

322
Logo reggina calcio

ASD Reggina calcio mira alla ripresa

Reggina: se alzi gli occhi, il cielo è color amaranto, nonostante tutto!

E’ questa l’aria che si respira nella storica squadra di calcio calabra, la quale nell’ultimo anno è stata tristemente disturbata da numerose sconfitte: un’aria impregnata di ottimismo, quindi, che, nonostante  l’accettazione delle sconfitte passate, non esita a gettare lo sguardo verso il futuro, in cerca di una svolta e, di conseguenza, di una rapida ripresa.

Quella della Reggina, si sa, non è tra le annate più rosee: volendo riportare gli episodi salienti, risulta essere inevitabile pensare alla sconfitta subita dall’Amaranto, nella partita giocata contro la Normanna (finita 3-1), nel Settembre 2015. Complice della sconfitta, anche un cartellino rosso a carico del vicecapitano amaranto Roselli, per aver colpito Marzano con una gomitata al volto, proprio sotto gli occhi;  ciò contribuì senz’altro ad indebolire la struttura reggina in campo. Iniziò quindi un periodo notevolmente “no”, come confermato anche dal Mister Trocini, in un’intervista rilasciata ad una radio locale, nell’Ottobre 2015, che terminò con l’augurio di una prossima ripresa; ma seguirono una serie di sconfitte, soprattutto fuori casa. Nonostante questo, per qualcuno, esse potevano essere addirittura motivo di riflessione, uno spunto, elementi da cui trarre insegnamento e quindi giovamento: così la pensava Mimmo Praticò, in un’intervista rilasciata dopo la sconfitta contro il Frattamaggiore. Così si chiudeva il 2015 per la Reggina: un anno lastricato di sconfitte e occasioni perse. Ma, con l’arrivo del 2016, il popolo amaranto pare abbia  ricominciato a sperare: già il 2 Marzo 2016, infatti, la Reggina,con l’ausilio di un eccezionale Licastro, riuscì a tener testa alla frattese, che quella volta fu costretta ad arrendersi alla parità. Si iniziava quindi ad assaporare il gusto della tanto agognata ripresa,e a respirare un clima senza dubbio più rilassato. Il tutto, però,fino al Maggio 2016, quando in occasione della partita che vide sfidarsi la Reggina e la Cavese, al Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni, si registrarono episodi di violenza: un  vero e proprio cancro per lo sport odierno, quindi. Scene di vera e propria guerriglia, episodi vergognosi registrati soprattutto nel pre-partita, spinsero il presidente della Cavese a prendere le distanze dai disagi creati dai rissosi e a scusarsi col presidente amaranto, con una lettera aperta, nella quale rivendicava gli ottimi rapporti con il collega Praticò. Ma non furono di certo questi episodi a scoraggiare l’animo dei reggini, i quali nel corso del 2016 hanno tentato una rimonta, nonostante  le poche e discrete soddisfazioni. Ma quello che fa ben sperare, è sicuramente la possibilità di un ripescaggio in Lega Pro: infatti, secondo alcune indiscrezioni riportate dal Corriere Adriatico ,tra le sei squadre che potrebbero essere ripescate (Fondi,Cavese,Olbia,Grosseto e Taranto), ci sarebbe proprio la Reggina, con la possibilità di entrare a far parte della stagione 2016-2017. In giro per il web, inoltre,  si possono leggere i commenti dei tifosi, i quali sembrano molto ottimisti e fiduciosi per il futuro della squadra: per Praticò sembra esserci, quindi, una luce in fondo al tunnel.

Insomma: vi è la reale possibilità che essa venga ripescata o è soltanto l’ottimismo tipico del sud, ad infiammare(o, nel peggiore dei casi, ad abbagliare) gli animi del popolo amaranto?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.