Atalanta: Dominio totale e sconfitta…un risultato assurdo!

250
Orgoglio Atalanta Foto di Rizzi Davide e Nicola Moioli

Il dominio e la sconfitta….il fascino del calcio in una partita…

una beffa il risultato di Atalanta Udinese finita 1-3 per i Friulani, un risultato bugiardo e assurdo!

Dominio totale da parte della Dea nella partita contro l’Udinese. L’Atalanta ha giocato meglio di come ci aveva abituati, schiacciando la squadra bianconera nella propria metà campo e attaccando come un forte apache…sono pochi i commenti da poter fare in una gara dove i Friulani sembrava fossero rimasti negli spogliatoi, dove l’unico vero uomo partita è stato il portiere Karnezis, dove nulla e nessuno avrebbe mai e poi mai creduto ad una sconfitta. Chiunque abbia visto il risultato senza aver visto la partita non può lontanamente immaginare, quanto i Bergamaschi siano stati bravi a giocare a calcio, quante le occasioni create,quanto il possesso palla…guardare le facce attonite degli Atalantini usciti dallo stadio faceva capire quanto nessuno credesse a ciò che avevano appena visto con i loro occhi.

Parlano le statistiche

Inutile stare a fare commenti su una partita giocata con questo dominio e persa, i dati parlano chiaro con un possesso palla di circa il 70% da parte dei nostri, 14 tiri tra i quali 10 nello specchio, 11 corner contro 0 degli avversari e un solo gol…se calcoliamo che l’udinese ha fatto 4 tiri in porta e ha segnato 3 volte capiamo quanto il risultato sia beffardo e bugiardo. Non sono un appassionato di dati e statistiche ma questa volta parlano davvero chiaro. Difficile dare colpe per i gol subiti…perchè tutti i nostri erano riversati nella metà campo avversaria e le pochissime ripartenze dell’Udinese hanno fatto male, per lo più la seconda quando il gol di Fofana nell’incrocio dei pali lascia poco da rammaricarsi…da qui la Dea attacca con più irruenza trovando sempre le respinte degli avversari e trovandosi scoperta, favorendo così l’ultima e fatale sgroppata verso la vittoria.

Il vero vincitore

Il vero vincitore in questo caso è il caro e buon baffo di Aquileia che con qualche cambio perfetto ha fatto si che ci fosse l’assetto giusto per ammazzare la squadra e i tifosi che tanto l’hanno acclamato e benvoluto, ovviamente senza rancori ma questa sconfitta brucerà e non poco nei cuori nerazzurri.

Gli sconfitti

Nessuna paura dunque per gli sconfitti, è stata una partita strana e assurda ma il dominio è stato talmente alto che fa ben sperare con qualsiasi altra squadra del campionato, abbiamo un gruppo fortissimo e dimostreranno il loro valore, fermo restando che quanto di buono fatto da Gasperini, Capitan Gomez e la ciurma di ragazzini non si può certo cancellare con un paio di sconfitte.

 

Sotà coi fèr dunque come si dice a Bergamo e lavorare…la prossima ci aspetta il Milan a San Siro e per quest’anno è come fosse uno scontro diretto o quasi…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.