Atalanta: Folle…Amore nostro! Bergamo cosa dici di questo sogno?

331

Atalanta Folle Amore Nostro…Il pubblico Bergamasco in piazza per la sesta vittoria consecutiva della Dea…record eguagliato

 

Atalanta folle amore nostro cita uno striscione allo stadio, come folle è questa avventura che l’Atalanta sta vivendo. Una Dea così non la si era mai vista, in quattro e quattr’otto ha uguagliato il record di vittorie battuto solo due anni fà da Colantuono, verso la fine del campionato,ma non solo…la nostra grande squadra è al quinto posto in classifica con solo 5 punti di differenza dalla capolista Juventus e a un solo punto da Roma e Milan. La cosa più folle di tutte è che inizialmente questa squadra pareva non avere un’ identità, sembrava una squadra di dilettanti allo sbaraglio, con il Signor Gasperini dato per esonerato e buone probabilità di finire l’anno retrocessa.

Cos’è cambiato?

Il cambiamento è nato da un’altro folle…mister Gasperini, quando, rendendosi conto delle potenzialità dei giovincelli in rosa, li butta dentro uno per uno, togliendo spazio a i senatori e regalando un gioco tutto orientato sull’attacco. Si scopre così che gli anonimi, le seconde file, sono in realtà dei giocatori con personalità fisica e mentale e che possono dare molto. A suon di prestazioni straordinarie conquistano punti e visibilità, distruggendo critiche e malumori, abbracciando il proprio pubblico e regalando una prima parte di campionato favolosa per non dire…folle.

Contro il Bologna

Bologna-Atalanta parte con un Bologna che cerca di imporre il proprio gioco, in un primo momento sembra quasi riuscirci, togliendo quella sicurezza che si era vista nell’Atalanta nelle ultime uscite. Ma col passare dei minuti i nerazzurri ritrovano fluidità e spazio e ribaltano la situazione… al 13′ Gomez scodella una palla in area e Conti (solo davanti al portiere) non inquadra lo specchio della porta… 2 minuti più tardi in un azione fotocopia la palla arriva a Masiello che con un bel tiro angolato gonfia il sacco. Poco dopo l’unica occasione per il Bologna di rientrare in partita, Gagliardini entra fallosamente su un avversario, Viviani da calcio piazzato centra in pieno la traversa…da qui in avanti la partita procede ricca di occasioni che l’Atalanta non sfrutta sia nel primo che nel secondo tempo, il Bologna si spegne sempre più fino ad arrivare al 23′ dove da calcio d’angolo il solito Papu trova Kurtic in area che spiazza Mirante. Il Bologna si arrende e l’ultima occasione è sempre per la Dea che con il suo ottimo centrocampo gestisce e riparte trovando Petagna che con una gran botta dalla distanza non centra la porta. Arriva così, senza troppe difficoltà la sesta vittoria consecutiva.

Il rientro

Al rientro a Bergamo i tifosi hanno riservato per la squadra un’accoglienza particolare…fumogeni,canti e bandieroni per una serata folle…ricca di sogni, ricca di emozioni, ricca di speranze che il pubblico nerazzurro ha richiesto in modo molto chiaro…vogliamo l’Europa.

Per finire

Ora concentrati e testa alla prossima partita in casa contro la Juve alla quale mancheranno Bonucci e Dani Alves in difesa…che  Dea ce la mandi buona.

Ricordo anche la partita infrasettimanale di Coppa Italia – Quarto turno che si giocerà mercoledì 30 novembre alle ore 18.00 allo stadio Atleti Azzurri d’Italia, se solitamente si faceva giocare i giovani chissà che questa volta si vedranno giocare i veterani…

(foto e Immagini a Cura di Rizzi Davide e Luca Artifoni per Destrosecco)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.