Atalanta: Orgoglio di Bergamo…Roma inchinati alla Dea

284

Atalanta….ORGOGLIO di tutta Bergamo, vince anche contro la seconda in classifica…la Roma non può far altro che inchinarsi!

L’umile popolo Bergamasco per una volta può guardare la sua squadra con orgoglio e fierezza…vedere il nome Atalanta sulle prime pagine dei più autorevoli giornali sportivi nazionali non è cosa da poco, fà luccicare gli occhi a grandi e piccini…e non vi nascondo che qualche lacrima sia scesa pure a me dopo il triplice fischio di ieri. Finalmente arrivano le soddisfazioni, dopo averci creduto da sempre, aver dato fiducia totale a squadra e società, dopo tanti anni di sofferenza, pochi sorrisi e molto lavoro, la Dea è là…nei primi posti di una classifica che pare irreale…qualcuno secondo me gira due o tre volte il giornale pensando di averlo al contrario.

L’undici titolare

Contro la RomaGasperini si affida sempre al 3-4-1-2 anche se è costretto a fare qualche modifica all’undici classico…per sostituire lo squalificato Conti e l’infortunato Dramè gioca la carta Masiello esterno di destra (ruolo innaturale) e Spinazzola esterno di sinistra, rinunciando così ad un pò di copertura in più in difesa, per il centrocampo non ci sono più dubbi…Gagliardini e Kessiè formano una coppia perfetta e la loro tecnica e fisicità li mette al primo posto tra le scelte, per la difesa torna Toloi,poi Zukanovic ( entrambi ex della Roma) e il promettente Caldara…passando poi al reparto offensivo con i tre moschettieri Kurtic, Papu Gomez, Petagna. Durante il match il mister azzecca tutti i cambi inserendo la rapidità di D’alessandro, la voglia di Freuler e l’orgoglio di Raimondi…i sostituti ma non per demerito Masiello,Kurtic e lo sfinito Gomez.

La Partita

L’Atalanta parte da subito aggressiva e fino al 25′ gioca molto bene poi è la Roma a fare la partita, la Dea rischia molto sulle ripartenze giallorosse e se non fosse per qualche parata di Berisha il primo tempo sarebbe finito con più margine da parte degli ospiti…Berisha in realtà era pronto a parare anche la palla che ha scaturito il rigore del vantaggio ospite ma Toloi ci ha aggiunto la mano facendo scattare l’amonizione e il penalty. Sotto di un gol i nerazzurri non si arrendono e gestiscono la palla fino all’intervallo. Nel secondo la Roma resta negli spogliatoi e lo straordinario orgoglio Bergamasco esce e schiaccia gli avversari nella loro metà campo non dandogli respiro, con un micidiale giropalla anche nello stretto e prima Caldara e poi Kessiè su rigore fanno inchinare i gladiatori romani alla Dea Atalanta.

Partita ad alto rischio?

Mai riuscirò a capire per quale ragione si sia concessa la trasferta ai tifosi Romanisti, impiegare 450 agenti di polizia e carabinieri per una partita,ha dell’assurdo sopratutto se si pensa che ai Bergamaschi questa trasferta è quasi sempre stata vietata. La maturità chiesta dal sindaco Gori ai tifosi nerazzurri è stata premiata, un pò di orgoglio possiamo averlo anche per questo e per una volta la brutta figura la portano via solo i giallorossi sia dentro che fuori dal campo dove negli scontri sono stati feriti pure 3 agenti. Mi chiedo il perchè ci siano tifoserie meno discriminate di altre anche se la pericolosità degli elementi è la stessa…nei giorni prima della gara ho sentito parlare di partita ad alto rischio ma allora per quale motivo avvicinare a tutti i costi la benzina al fuoco quando la si può lasciare ben rinchiusa nel suo silos senza nemmeno dover sprecare soldi pubblici e forze nel contenerla?

Per finire

Siamo giunti alla fine di questo articolo che non vorrei finire mai per la felicità che ho dentro…ringrazio tutti coloro che leggono della mia passione e con passione seguono la mia,nostra Atalanta con 25 punticini e pronta alla prossima battaglia in quel di Bologna….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.