Atalanta: Masiello e Kessiè i toreri…ma le punte dove sono?

252
Photo LaPresse - Mauro Locatelli 13 August 2016 Bergamo (Italy)

I due toreri Masiello e Kessiè, escono dal sonno generale e abbattono un Toro ancora più sottotono…ma le punte dove sono?

Le formazioni 

ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello; Masiello, Toloi, Zukanovic, Konko; Kessiè, Freuler (17’ st Raimondi); D’Alessandro, Kurtic (20’ st Grassi), Gomez; Pinilla (6’ st Paloschi).

TORINO (4-3-3): Hart; De Silvestri, Bovo, Castan, Molinaro; Benassi (33’ st Acquah), Valdifiori (15’ st Boye), Baselli (15’ st Obi); Martinez, Maxi Lopez, Iago Falque.

La partita

Il primo tempo inizia in modo molto equilibrato, Baselli ci prova dopo pochi minuti dall’inizio ma Sportiello pronto para spedendo in angolo. Da qui in poi sarà l’Atalanta a metterci un po’ di grinta in più…spinta dal pubblico di casa. Qualche bella azione si vede sopratutto da parte di (tanto per cambiare) Frank Kessiè, che si fa trovare in ogni azione importante sempre pronto, salvo poi fare ancora qualche errore sul controllo palla. A volte la troppa sicurezza in sé da una parte lo rende un buonissimo giocatore, in alcune occasioni lo fa peccare di egoismo, facendo rischiare qualcosina anche alla squadra.

La nuova formazione stupisce ma allo stesso tempo dà più sicurezza al reparto difensivo. Pinilla non si comporta male al posto di Paloschi, anche se non brilla e anzi al 20′ pt. para in modo fortuito un gran bel tiro di Konko su ribattuta di Hart e nega alla propria squadra il gol. Per di più al 35′ pt. si fa ammonire per simulazione. Paloschi subentrato al 6′ st. non regala di certo faville e a parte qualche sgroppata rimane nell’oblio di sempre.D’Alessandro, tallonato da Molinaro non si vede così come Kurtic (sostituito da un buon Grassi) e Freuler che spara qualche tiro a casaccio ma nulla di più. Da segnalare l’arbitro Mariani che inizialmente partito bene, poi commette qualche “errorino” di troppo che lo costringe a peccare d’arroganza…è così che al 32′ pt. dopo due trattenute da parte di Toloi su Lopez…Mihajlovic smanatta calciando una bottiglietta e l’arbitro lo espelle, così come espellerà Gasperini al 42′ st. anche se non si capisce bene per cosa.

La svolta

Poco dopo l’inizio della ripresa, l’arbitro assegna un calcio di punizione dubbio al limite dell’area bergamasca a favore del Torino e Iago Falquè complice uno Sportiello non ancora rinsavito dal calciomercato, su calcio piazzato non sbaglia e al 9’st. infila la rete bergamasca. La Dea non ci sta…tenta subito di riequilibrare una partita fino a quel momento a lei favorevole…

Detto fatto perchè il minuto dopo Gomez trova un calcio d’angolo e a seguito di un batti e ribatti con parata di Hart, la palla arriva a Masiello che insacca. La seconda occasione parte da Sportiello poco prima della mezz’ora che volendosi far perdonare dalla gaf fatta su Falque innesca Gomez in un contropiede micidiale. Il Papu entra in area avversaria e d’esperienza trova un fallo che l’arbitro non può che fischiare assegnando il calcio di rigore. Qui Frank Kessiè mostra tutta la sua personalità prendendosi il pallone di forza e sfiorando la discussione con Alberto Paloschi. Se ne impossessa e sicuro spiazza il portiere torinese. La partita prosegue con qualche lampo da una parte e dall’altra ma senza troppe preoccupazioni.

Un’ Atalanta che forse inizia a rivedere l’azzurro e mette da parte un po’ di nero che fino ad ora l’ha coperta quasi totalmente…

C’è ancora molto da lavorare ma qualcosina di buono si inizia ad intravedere sopratutto in alcuni singoli…

Kessiè su tutti (non per nulla qualche squadra blasonata sta già pensando a lui come rinforzo per giugno 2017); l’unica incognita sono e rimangono le punte, sveglia che il campionato è iniziato.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.