AzzurIzzo

312

È entrato dalla porta di servizio, anche questa volta, Armando Izzo. Come ha sempre fatto, per tutta la sua carriera. Partito da Scampia ed arrivato in Nazionale percorrendo una strada piena di deviazioni. Poteva essere il Napoli a farlo esordire in serie A ma, dopo averlo parcheggiato all’Avellino, ha deciso di non puntarci più. Così, nell’estate del 2014, arriva il Genoa, la squadra per certi versi più vicina a quella partenopea. In silenzio Izzo conquista la fiducia di Gasperini che gli concede 20 presenze al primo anno (condite da un goal a San Siro) e ne fa un titolare inamovibile al secondo. All’inizio della scorsa estate per Armando iniziano a muoversi i top club (Inter e Juve su tutti) mentre Conte lo convoca per il raduno pre-europei. Lieto fine? No, o quanto meno non ancora. Perché nel frattempo esplode l’ennesimo caso di calcioscommesse che vede coinvolti i giocatori di Serie B Luca Pini e Francesco Millesi e si sa, mediaticamente parlando, un nome più importante da spendere dà maggiore risonanza al caso. Non essendoci prove Izzo risulta innocente. Ma intanto l’interesse dei grandi club si affievolisce e a gioirne è Juric. Il tecnico croato, come il suo predecessore, predilige il pressing alto e la capacità di anticipo, unita alle buone doti tecniche, del difensore napoletano sono imprescindibili per la retroguardia rossoblu. Quindi? Immediata convocazione in nazionale? Macché! Ventura gli preferisce Rugani (riserva alla Juventus), Astori e Ogbonna nonostante Izzo sia da anni tra i giovani italiani più costanti per rendimento e conosca benissimo i meccanismi della difesa a 3 tipica dell’ItalJuve. Qualche giorno fa però, complici le diverse assenze per infortuni, il CT ha deciso di aggregare al gruppo degli Azzurri (che già comprendeva i compagni di squadra Perin e Pavoletti) anche il numero 5 rossoblu. Adesso Izzo ha l’occasione di farsi conoscere meglio dall’ex allenatore granata e, statene certi, in futuro per lui si aprirà il cancello principale di Coverciano. Perchè, dopo essere entrato nel cuore dei tifosi del Genoa, vuole entrare in pianta stabile nel giro azzurro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.