Azzurrini notte magica con un pò di……fortuna

242

Meritatamente battuta la Germania e con un pò di fortuna siamo approdati in semifinale. Ora la fortissima e temibilissima Spagna.

Azzurrini in grande spolvero, quelli visti ieri sera in Polonia. Affrontavamo una grande squadra forte, con giovani interessanti, bisognava fare l’impresa e l’abbiamo fatta. Certo, la fortuna ci ha aiutato perchè immaginarsi che la Repubblica Ceca uscisse sconfitta contro la Danimarca, specie dopo averci battuti in maniera così netta, nessuno se lo sarebbe immagina, ma fatto sta che è successo e quindi pigliamo e portiamo a casa.

Cosa è cabiatorispetto alla prartita contro la Rep. Ceka

Fondamentalmente l’approccio alla gara. La poca grinta e il mancato carattere visto contro i cechi aveva fatto emergere la scarsa voglia di lottare e la poca convinzione nei propri mezzo (o la troppa superficialità nel credere di essere i più bravi solo perchè cosiderati favoriti).

Ieri siamo entrati in campo con un altro piglio, unìaltra grinta ma sopratutto, anche, con una formazione, finalmente giusta. Giusta per le caratteristiche della rosa a disposizione,

Di Biagio ha impostato la gara non dando punti di riferimento in avanti (Petagna) e ristabilendo un equilibrio tra i reparti, ha messo nelle condizioni giuste i nostri attaccanti, di poter esprimere al meglio le loro caratteristiche. Bernardeschi ispirato e il duo Chiesa-Barreca, hano fatto impazzire gli avversari, costringendoli a difendere per evitare di essere infilati. Gagliardini si è mosso da vero regista dettando i tempi dei passaggi in maniera impeccabile e stabilendo una cerniera tra le due fasi che ci ha fatto ritrovare equilibrio e schemi di gioco.

Ora la Spagna

In semifinale, ora, ci attende la squadra più forte. La Spagna, campione di tutto, che fa della “cantera” il suo miglior marchio di fabbrica, ci affronterà sapendo di trovare una nazionale forte, che ha ritrovato consapevolezza nei propri mezzi e che, se non si fa prendere da colpi di testa improvvisi, può dare filo da torcere.

Siamo forti, siamo cazzuti e siamo l’Italia, grande rispetto per la loro forza e tradizione, ma anche loro devono sapere che, di fronte, si ritroveranno una nazionale con le palle quadre. FORZA AZZURRI!!

Leggi anche……ITALIA UNDER 21: CHE MAZZATA E ADESSO? RIFLESSIONI DI UNA SCONFITTA INATTESA

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.