Cuore Rossonero : Lapadula scalpita, Bacca stenta e Montella pensa a un grande azzardo in attacco.

207
milan

 

La grinta di Lapadula dopo il goal a Palermo
La grinta di Lapadula dopo il goal a Palermo
L'espressione di Bacca è il riassunto del periodo che sta attraversando
L’espressione di Carlos riassume alla perfezione il suo periodo negativo

 

 

 

 

 

 

 

L’Aeroplanino ha un unico dubbio in vista della stracittadina tra Milan e Inter del 20 novembre: chi schierare titolare tra uno spento Bacca e un esplosivo Lapadula?

Finalmente ci siamo, manca poco più di una settimana all’appuntamento più atteso per le squadre di Milano: IL DERBY DELLA MADONNINA!

Per una manciata di giorni non assisteremo alla prima stracittadina ”targata Cina”; la chiusura della trattativa, infatti, sembra finalmente fissata per il 2 dicembre con il versamento dei rimanenti 440 milioni di euro da parte di Sino Europe. Di questa svolta epocale e degli orizzonti che si profileranno con questa nuova proprietà, parleremo a breve con un articolo dedicato, ora e’ il momento di pensare solo al campo e concentrarsi su quella che è forse la partita più importante e sentita nell’ambiente rossonero.

Se tre mesi fa qualcuno mi avesse chiesto di pronosticare con quale posizione in classifica le due squadre cugine si sarebbero incontrate, non avrei mai immaginato la situazione attuale con Milan terzo a 25 punti e Inter nono distaccato già di otto lunghezze.

Dietro a questi freddi numeri, quello che fino ad ora ha fatto la differenza sono la passione, il gruppo creatosi, l’attaccamento alla maglia e l’abilità di un Mister come Montella nel restituire certezze e serenità a una squadra che aveva perso le giuste motivazioni. I giocatori avevano bisogno di un traghettatore che credesse davvero nelle loro potenzialità, ma soprattutto il napoletano ha ridato ad ognuno una propria identità.

Una cosa è certa :i ragazzi guidati dall’Aeroplanino non dovranno sottovalutare l’impegno nonostante la differenza in classifica. Proprio per questo sia Galliani, che lo stesso mister, non perdono occasione per ricordare a tutti come si debba stare con i piedi ben piantati a terra e andare avanti di partita in partita: il campionato e’ ancora lunghissimo e l’ Inter non e’ di certo la squadra confusionaria e priva di idee vista fino ad ora.

Quello che però viene richiesto, e suona giustamente come una pretesa, e’ di scendere in campo per lottare su ogni pallone come se fosse una finale di Champions. Su questo argomento hanno entrambi preso ad esempio lo splendido comportamento del nuovo acquisto Lapadula, che, non bastasse già la gioia per il primo splendido goal siglato con la maglia del Milan, ha coronato la settimana con una tanto inaspettata quanto entusiasmante chiamata in azzurro!

In tre anni e’ passato dalla lega Pro con il Teramo alla serie A, fino ad arrivare alla freschissima chiamata in azzurro.

Le favole non esistono quindi solo a Leicester, perchè questo ragazzo che è arrivato nel “calcio che conta” a soli 26 anni è solo all’inizio di quella che sembra essere un’altra splendida storia a lieto fine, che assomiglia sempre di più a quella della punta delle Foxes: Vardy, vero trascinatore della cavalcata in Premier l’anno scorso.

Lo stesso Montella lo ha recentemente sottolineato nelle conferenze stampa dopo la vittoria contro il Palermo. Parole, quindi, che fanno presagire a una non così scontata presenza dell’attaccante colombiano Bacca dal primo minuto. Carlos sta attraversando un periodo buio, sicuramente il peggiore dal suo arrivo a Milano, ed è stato anche scavalcato in nazionale dal prepotente ritorno del ” tigre” Falcao, che lo ha costretto in panchina per tutti i 90′ nella partita contro il Cile.

Tutti questi indizi lasciano presagire a una possibile esclusione o quantomeno una staffetta anche nella stracittadina: in tal caso sarà una grande scommessa per il nostro mister, sicuramente osannato in caso di azzardo vinto o viceversa criticato, se dovesse non portare i frutti sperati con l’inserimento di Lapadula titolare, ma questo è anche il bello del nostro amato sport.

Io punto e rischio: vorrei Lapa in campo da subito. Vuoi per la delicata situazione dell’Inter, vuoi per l’imprevedibilità dell’italo peruviano, che sono convinto sia in grado di ” spaccare ” le partite e il derby della Madonnina è uno di quei match che necessitano di giocatori così.

Forse un po’ di riposo e riflessione faranno bene per ritrovare la serenità necessaria a un Bacca mai così spento e nervoso, sia con i compagni che con lo stesso mister. Va ricordato che non e’ mai stato uomo spogliatoio per eccellenza, ma i suoi goal han portato nella stagione passata fondamentali boccate d’ossigeno a una squadra spesso spenta e senza idee.

Sicuramente non sarà un compito facile per Montella,ma bisogna dargli credito e fiducia al 100% per quello che ha mostrato fino ad ora. Io ci credo, sono sicuro che la squadra migliorerà sempre di più. La cosa fondamentale e’ che il mister continui a fare scelte , magari a volte anche un po’ azzardate, purchè si abbia come obbiettivo il bene del Milan per riportarlo finalmente ai vertici del calcio italiano, per poi tornare a essere competitivi in un palcoscenico come quello europeo, luogo che da troppi anni vede l’assenza di una squadra che ha dominato in lungo e in largo . Non resta quindi che facciate anche voi la vostra scommessa: chi volete in campo il 20 novembre tra l’esplosivo Lapadula e il cinico Bacca? Io ho già scelto, ora è il vostro turno!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.