Barcellona-Inter: la squadra nerazzurra pronta alla sfida terribile

351
Curva boys

Dopo Inter-Milan e verso Barcellona-inter. L’attesa dei tifosi interisti e i convocati per la sfida Champions

Dopo essersi iniettata una buona dose di autostima e fiducia attraverso le sette vittorie consecutive tra campionato e Champions, l’Inter si appresta ad affrontare la gara di andata della terza giornata europea stagionale. Per i nerazzurri la terribile sfida in trasferta, nel magnifico stadio del Barcellona, dentro il quale tutte le squadre si sentono normalmente in soggezione.

La situazione Inter: convocati!

Se il Barcellona rimpiange l’assenza di Messi e della difesa titolare, l’Inter in ogni caso non può sorridere: accanto a Nianggolan infortunatosi nel derby, a oggi è quanto meno incerta la presenza dei croati Perisic e Brozovic, usciti acciaccati dalla vittoriosa stracittadina di domenica. Entrambe le valutazioni sono rimandate nella giornata odierna.

Per i blaugrana invece ci saranno quasi sicuramente sia Suarez che Sergi Roberto.

Barcellona-Inter: dove vederla in TV?

In Tv e su streaming sarà possibile vederla solo tramite i canali di SKY. In particolare Sky Sport HD canale 252 e canale 372.

Barcellona-Inter: momenti amarcord

Ad ogni modo, se c’è una partita europea che suscita esaltazione e ricordi indelebili nell’immaginario collettivo del popolo interista, è probabilmente la semifinale al Camp Nou contro il Barcellona di Messi e Ibrahimovic

La semifinale dell’edizione 2009/10, rappresenta tuttoggi uno dei massimi momenti della storia recente della Beneamata. Il 3-1 (Pedro, Sneijder, Maicon, Milito) dell’andata a  “San Siro” e la sconfitta per 1-0 (Piquè) del “Camp Nou”, lanciarono l’Inter in finale.

Ma prima di allora? Solamente quattro incontri in gare ufficiali, due nelle stessa stagione ed altri due qualche anno prima. Nella fase a gironi della Champions 2009/10, i nerazzurri pareggiarono 0-0 in casa e poi persero 2-0 (Pedro, Piquè) in terra catalana. Il primo incrocio tra Inter e Barcellona avvenne durante la seconda fase a gironi dell’edizione 2002/03: l’Inter di Cuper prima perse malamente in Spagna 3-0 (Saviola, Cocu e Kluivert) e poi pareggiò in casa 0-0.

In totale quindi, sei sfide, 1 vittoria nerazzurra 2 pareggi e 3 successi blaugrana. L’Inter di fatto non ha mai perso in casa, ma è sempre uscita sconfitta dalle sfide in trasferta. E questo aspetto non è incoraggiante, francamente!

Barcellona-Inter: le sensazioni interiste

Ma tralasciando numeri e statistiche, quello che i tifosi e la società si devono augurare per questa sfida terribile è sicuramente un atteggiamento maturo e consapevole della squadra. Più quella personalità e la tenacia che si sono già intraviste quest’anno nelle gare europee, meno in campionato.

Le due vittorie consecutive in Champions hanno spostato le iniziali previsioni della critica e dei tifosi più pessimisti, ma ancora non sono garanzia di passaggio agli ottavi.

Ci vuole poco per rimettere tutto in discussione e riaprire i giochi in ottica qualificazione.

Affrontare Tottenham, PSV e ora Barcellona significa riaffacciarsi in ogni caso al palcoscenico della nobiltà europea, perduto per troppo tempo, e ora che si è tornati occorre quantomeno vendere cara la pelle.

La chiave della sfida sarà non aver paura di guardare negli occhi gli avversari, L’Inter deve tornare a fare l’Inter, in fondo è questo quello che si voleva, no?

Avanti Inter

A cura di Diego Stroppa

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.