Il Barcellona vince a Valencia in un Mestalla incandescente

218

Una partita, una guerra psicologica, fisica con il rigore finale. Il Valencia affronta il Barcelona al Mestalla e non sfigura, a partire dalle parate sempre magiche del portiere brasiliano Diego Alves.

Prandelli è l’unico che per fortuna non parla di arbitri, mentre tutta la città parla di “atraco” (rapina a mano armata ndr) del Barcellona a Valencia. Ringrazia i tifosi e la squadra che ha giocato alla pari con i più forti rivali al mondo. “Preferisco una squadra con coraggio ad una squadra timida. S può migliorare. Le prossime partite saranno più difficili perché i rivali sanno che il Valencia è cambiato”.

Messi è tra i più forti al mondo e lo ha dimostrato anche ieri. Due goal, tra cui il rigore finale, nonostante Diego Alves abbia cercato in tutti i modi di distrarre il giocatore argentino parlandogli prima del penalty. Poi il brutto episodio del lancio della bottiglia dagli spalti che ha colpito Neymar che condanniamo, ma per fortuna non ha causato danni al giocatore brasiliano.

Luis Suarez, anche ieri ha segnato il goal del 2-1. L’uruguayano è sempre letale contro il Valencia. Tra le file della squadra di casa, un ottimo Joao Cancelo, un Diego Alves che ha parato tanto e finalmente le risposte davanti da parte di Rodrigo, El Haddadi, Nani e Parejo.
Da segnalare gli infortuni a Gayá e soprattutto a Andrés Iniesta, il numero 8 del Barcelona a cui auguriamo di rientrare presto in campo. Dallo staff catalano ci si augura che in 6-8 settimane Andrés rientri in campo, è praticamente la stessa lesione di Lionel Messi dell’anno scorso, lesione al collaterale esterno del ginocchio, che aveva allontanato l’argentino per due mesi.

Gift card 300x250

Due ex: Paco Alcácer, ex Valencia ha ricevuto una busta di “pipas” da un tifoso seduto proprio dietro alla panchina del Barcellona ed è stato fischiato per tutta la partita. Munir El Haddadi, entrato nella ripresa, al posto di Montoya, ha premiato Prandelli con il goal del momentaneo pareggio. L’ex Barcellona, non ha festeggiato, ma il tiro è stato precisissimo a fin di palo di prima intenzione su un bell’assist di Parejo dalla destra.

Anche il goal del 2-1 è stato spettacolare con Nani che regala un bell’assist per il goal di Rodrigo di prima intenzione con un bel tiro sul secondo palo. E’ stata una partita di grandi emozioni, l’arbitro è stato sicuramente il peggiore in campo, ma il rigore del 3-2 c’era. Il goal dell’1-0 di Messi invece andava annullato per fuorigioco di Suarez che partecipa attivamente all’azione.

Gli uomini di Prandelli hanno reclamato anche due rigori nel primo tempo: al 31° per spinta di Umtiti a Rodrigo e all’85° per un “abbraccio” di Mascherano a Mangala. Ma al di là delle occasioni si è visto un grande Valencia ed il pubblico del Mestalla ha potuto godere di questo meraviglioso spettacolo. Amunt Valencia! Si sente da Calle de Aragón, “junts guanyem” “insieme vinciamo” si ripete dai bar intorno allo Stadio. Sarà una stagione da ricordare. E Prandelli è già entrato nel cuore dei tifosi valenciani.

messi-vs-valencia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.