Bari Cavese 4-0, al San Nicola è finalmente vittoria!

149

Bari Cavese 4-0, convincente prova dei biancorossi

Ah, che bello quando si vince in maniera rotonda. Se poi la vittoria è finalmente convincente, la prima tra le mura amiche, tra l’altro, tutto è ancora più bello. Sulla testa di noi tifosi appaiono i cuoricini (biancorossi, of course) come accadeva nei cartoni animati giapponesi. Un 4-0 che lascia pochi dubbi sull’andamento della partita ma soprattutto mette in risalto un punto fermo che l’allenatore ha sottolineato fin dalla prima conferenza stampa: dominare l’avversario, imporre il proprio gioco. Quello che è successo oggi e, in parte, nelle scorse due partite. Il mister dopo la partita ha sottolineato il giusto atteggiamento della squadra e di alcuni singoli, che evidentemente ha “catechizzato” a dovere, soprattutto a livello mentale. La cura Vivarini funziona. Eccome se funziona. E anche se (come al solito quando si vince così) c’è qualcuno che parlerà della scarsa caratura dell’avversario, io dico che anche Sicula Leonzio e Rieti erano squadre non certo irresistibili, anzi, ma le vittorie erano arrivate in maniera nettamente diversa.

Dominio totale per i ragazzi di Vivarini

Nella partita di oggi si è corso tanto e bene, si arrivava primi sul pallone, ci sono state trame di gioco offensive bene impostate, una difesa attenta e un baricentro alto. Anche dopo il gol del 4-0, si noti bene. Ingredienti che fanno diventare una squadra quello che deve essere il Bari. Bisogna ancora crescere molto, e ci mancherebbe, ma la strada è senza dubbio quella giusta. Bella l’incornata di Di Cesare, incredibile la rete di Sabbione, per la sgroppata di Costa sarebbe scontato utilizzare il gioco di parole “coast to coast” ma effettivamente il gran gol del laterale vicentino è stata la giusta ricompensa per essere stato il migliore in campo. Ma già da qualche partita si aveva l’impressione che stesse crescendo, d’altronde l’ambientamento in una categoria che fino a pochi mesi fa non era proprio la sua era d’obbligo. Impossibile poi non menzionare Antenucci. Prima ho scritto di cartoni animati giapponesi, ecco lui è il nostro Oliver Hutton, Holly di Holly & Benji per i più giovani che non sanno minimamente di chi stia parlando. Scatto sul filo del fuorigioco e botta al volo da attaccante vero, navigato, per il suo primo gol su azione del campionato. Speriamo non si fermi più. Speriamo non si fermi più il nostro Bari, già chiamato alla prova del nove il prossimo weekend con la sfida alla Ternana capolista (per il momento) di Fabio Gallo.

La vetta non è lontana

Una vittoria così però è quello che ci voleva in vista di un big-match, per dare fiducia, per caricare l’ambiente. Sono cinque i punti di distacco, inutile dire che la vittoria è d’obbligo per avvicinare la vetta. Da mo’ vale, si potrebbe dire, una frase tanto cara a noi baresi che si utilizza quando arriva il momento di fare sul serio. Io sono convinto che da ora in poi ci divertiremo. Sempre e solo Bari!

fonte foto SSC BARI

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.