Basket olimpico: è il momento della caccia alle medaglie

228

Terminata la fase a giorni, il torneo maschile di basket olimpico entra finalmente nel vivo con le sfide a eliminazione diretta che si giocheranno a partire da mercoledì 17 agosto.

Proprio il primo giorno di play-off olimpici sarà il più intenso, con ben quattro partite in programma: tra il tardo pomeriggio italiano e la seconda serata brasiliana (mattino inoltrato da noi) conosceremo le magnifiche quattro che si contenderanno i tre posti del podio.

Ma si gioca davvero solo per il secondo posto, come da noi stesso preventivato qualche settimana fa? Diciamolo, Team USA finora ha convinto ben poco e dopo la vittoria in scioltezza con la Cina, gli americani hanno sofferto decisamente troppo, ben oltre il dovuto per questo presunto “Dream Team” benchè privato di numerose stelle (da Lebron James a Steph Curry, passando per Chris Paul, Blake Griffin e Russel Westbrook, tra gli altri).

Ora con l’arrivo delle partite ad eliminazione diretta, Team USA è chiamato a mostrare finalmente il proprio valore, dopo aver rischiato brutte figure contro Australia, Serbia e Francia (queste ultime due sconfitte con un misero scarto di 3 punti). Vincere, ma anche convincere dunque.

Ma il compito non sarà facile, dato che la squadra a stelle e strisce si troverà di fronte quell’Argentina campione olimpica nel 2004 dopo aver sconfitto proprio la nazionale americana, infliggendo a Team USA una delle più indelebili onte della storia sportiva cestistica.

Certo, l’Argentina è squadra ostica e ricca di talento, ma l’età media è decisamente alta e il girone di qualificazione non certo brillante (culminato con una pesante sconfitta contro la Spagna) lasciano poche speranze all’albiceleste. Basterà l’orgoglio di campioni come Ginobili, Scola, Campasso o Garino per il clamoroso upset ai danni degli americani? Improbabile, ma con una rappresentativa statunitense così poco coesa, tutto è davvero possibile.

Sappiamo per certo che se la squadra guidata da Kevin Durant e Carmelo Anthony passerà il turno non potrà giocare in finale contro la Spagna come accaduto nelle ultime due edizioni del torneo di basket olimpico.

La nazionale di Sergio Scariolo, infatti, dopo aver perso le prime due partite si è dovuta accontentare del secondo posto nel girone, finendo dalla parte del tabellone in cui figurano i rivali nordamericani. Qualora la Spagna passasse il turno, dunque, giocherebbe contro Team USA già in semifinale.

Anche per gli iberici, ad ogni modo, la qualificazione alle semifinali è tutt’altro che scontata: il loro avversario sarà la Francia che, nonostante qualche basso di troppo e sporadici alti, rimane una delle nazionali più talentuose del lotto e sarà desiderosa di vendicare la sconfitta subita in casa, ai supplementari, proprio contro gli spagnoli in occasione dei campionati europei del 2015.

Decisamente interessante la sfida tra i vicecampioni d’Europa della Lituania e la vera sorpresa del torneo, la splendida Australia che ha concluso il proprio girone al secondo posto, dietro agli Stati Uniti, dopo aver travolto i vicecampioni del Mondo della Serbia e la Francia. Sfida apertissima e che promette alti punteggi, vista e considerata la non impeccabile difesa di entrambe le squadre.

Al di là del mero significato sportivo va, poi, la sfida tra Serbia e Croazia che concluderà la giornata dei quarti di finale. Due squadre solide, determinate e ricche di talento: la Croazia è riuscita a vincere il suo gruppo di qualificazione grazie alla vittoria in rimonta sulla Spagna, mentre la Serbia ha fin qui deluso, perdendo ben 3 delle 5 gare disputate, qualificandosi solo grazie all’inconsistenza di squadre come il Venezuela e la Cina.

Ma dare per sconfitti in partenza gli uomini di Danilovic è errore che nessuno può permettersi di commettere, tanto meno la Croazia che ha la possibilità di tornare grande, bissato o (perchè no) migliorando il secondo posto delle Olimpiadi di Barcellona 1992.

Questo il programma dei quarti di finale del torneo maschile di basket olimpico:

Mercoledì 17 agosto (orario italiano)

Ore 17:00 Australia – Lituania

Ore 19:30 Spagna – Francia

Ore 23:45 Stati Uniti – Argentina

Ore 03:15 Croazia -Serbia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.