Battuto anche il Napoli: le sette bellezze della Juventus

392
Juvneuts-Napoli
Juventus-Napoli

Juventus imbambolata e Napoli aggressivo

Partita strana: Napoli subito aggressivo e Juve indietro, molto contratta, quasi impaurita. Ne sono riprova il palo di Zeliski al quinto ed il goal di Maertens dopo una bella azione corale. Nella rete napoletana c’è lo zampino di Bonucci che sbaglia clamorosamente un passaggio verso Cancelo.

Cristiano Ronaldo il campione

Palla al centro e subito CR7 decide di prendersi la squadra sulle spalle con diverse giocate sublimi e voglia di vincere da far paura e mentre gli altri sono ancora a fare gli zombie, lui corre come un matto ed incita il pubblico. Un idolo! Ed ecco che al 25° arriva l’ennesima gran giocata di Ronaldo che sulla sinistra salta l’uomo e fa un assist al bacio direttamente sulla testa di Mandzukič che insacca con facilità.

La partita cambia e non solo nel punteggio. Il Napoli arretra in favore di una Juventus sempre più decisa, meno avvezza a perdere palloni e più attenta. Napoli in affanno ma non domo e che continua a giocarsela in uno stadio in cui i padroni di casa, lo scorso anno, ne hanno vinte 52 su 59. Uno score spaziale.

Il ritorno della Juventus

Il secondo tempo finisce come è finito il primo con i bianconeri in attacco e il Napoli a difendere senza rinunciare a giocare. Ma nelle fila dei Torinesi vigila un certo Cristiano Ronaldo che parte palla al piede, tira verso la porta, respinge Ospina ma con Manzone in agguato che insacca per un 2 a 1 da paura.

Juve sul velluto grazie al vantaggio raggiunto ed alla tranquillità acquisita. Il Napoli si innervosisce e Mario Rui si permette non solo di colpire malamente Dybala ma di protestare nonostante il fallo netto! Espulsione e partenopei in 10.

Il Napoli non rinuncia a giocare, anzi. Ma la Juve è forte. Veramente forte. Ha una varietà di soluzioni che non finisce mai e ha sempre la possibilità di far male.

E sono tre

Partita finita? Assolutamente no. Perché ancora un certo Ronaldo si lancia in un’incornata deviata in porta da Leo ormai riabilitato agli occhi dei tifosi e nuovamente eroe bianconero.

Resta il tempo per diversi tentativi di CR7 di segnare ma oggi è come se lo avesse fatto visto che ha messo il suo pesantissimo zampino in tutte e tre le segnature juventine.

Grandissima partita del portoghese pluri pallone d’oro ma mai contento e con una voglia di vincere da far paura.

Juventus a sei punti sul Napoli. È fuga?

Campionato finito? Neanche per sogno, ci mancherebbe, ma stiamo scavando un solco con il resto della Serie A. Mancano tantissime partite ma la Juve pare non avere intenzione di mollare nemmeno un centimetro.

Postilla a margine: nel dopo partita Marotta ha dichiarato che non farà più parte del CDA Juve, pertanto le strade si divideranno. Perdiamo un grande dirigente ed una persona altamente stimabile ma so già che chi prenderà il suo posto sarà all’altezza della situazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.