Biancu e Oliveira, #machenesanno i 2001

198

La trasferta di Tim Cup a “Marassi”, come previsto”, si è tramutata in un’autentica scampagnata. Doriani che vincono facile e rossoblu (già proiettati a Pescara) che fanno esordire ben 6 giovani, di cui ben due “millennial”.

Scampagnata doveva essere e scampagnata è stata: i rossoblu di Rastelli, in formazione ampiamente rimaneggiata e con diversi “big” a casa, viene eliminata dalla Coppa Italia, sconfitta per 3-0 grazie alle reti dell’ex Inter Ricky Alvarez e alla doppietta del giovane attaccante Schick.

Sono ben 6 i giovani lanciati dal tecnico rossoblu: Mastino, Briukhov, Antonini Lui, Serra ed i due classe 2000 Vasco Oliveira e Biancu.

Ottima la prova di Mastino, che dopo aver sofferto inizialmente le iniziative di Dodò e Alvarez, ha dimostrato una certa personalità ed un’ottima spinta sulla sinistra.

Da segnalare il debutto di Federico Serra, classe ’98 ed nella scorsa Primavera, con diversi gol d’autore, prima di un grave infortunio al crociato subito lo scorso gennaio, che ne ha rallentato l’ascesa.

Ma Sampdoria-Cagliari verrà ricordata non per il risultato, ma per il debutto di ben due rossoblu classe 2000: il portoghese Vasco Oliveira ed il sardo Roberto Biancu.

Il difensore portoghese è un mastodontico centrale, che all’occorrenza può giocare terzino sinistro, come visto ieri, quando ha sostituito l’ottimo Mastino.

Biancu, invece, è un centrocampista centrale, su cui la società punta molto, visto che pochi giorni fa gli è stato rinnovato il contratto con un triennale da professionista.

Una bella esperienza per questi giovanissimi, in attesa della loro esplosione e ascesa nel calcio che conta.

Per quanto riguarda i “big”, la testa è esclusivamente rivolta a Pescara, dove i rossoblu si giocheranno una fetta importante di salvezza. Il vantaggio sulla terzultima è già di quelli importanti (+12), ma qui si può veramente scrivere la parola “game over” sul discorso salvezza e godersi il girone di ritorno con grande tranquillità, magari provando ad alzare l’asticella.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.