Inter, ti ricordi di Jeremie Brechet?

517

Chi è Jeremie Brechet?

Secondo appuntamento con “Bidoni Storici”, la rubrica che rispolvera dal passato tutti i bidoni che hanno avuto il privilegio di calcare i campi della nostra Serie A.

Oggi parliamo di Jérémie Bréchet, terzino francese classe ’79.

Considerato una promessa in patria, visto che ha fatto la trafila di tutte le nazionali francesi, approda al Lione nel ’98, dove nel giro di 2 anni diventa titolare inamovibile e in 5 stagioni totalizza 117 presenze senza mai andare in gol (e ci mancherebbe!).

SEMrush

Nel 2001 addirittura viene convocato in nazionale maggiore dall’allora ct Lemerre per sostituire l’infortunato Lizarazu, ed esordisce contro l’Australia.

E’ un anno d’oro per lui, visto che il Barçellona stravedeva per lui e propose al Lione uno scambio con l’ala olandese Zenden, che tuttavia non va in porto.

Le successive 2 stagioni portano Brèchet a vincere due titoli di fila e l’Inter ad acquistarlo nell’estate 2003 per 5 milioni di euro.

Arrivato per sostituire il disastroso Gresko (si, quello del 5 maggio), viene lanciato subito da Hector Cuper: dopo 90 minuti senza infamia ne lode contro l’Udinese, entra nei 20′ finali contro il Milan, ed ecco la prima gara disastrosa di una lunga serie, quando una sua disattenzione permette a Sheva di segnare.

La seconda la combina a distanza di soli 7 giorni contro il Brescia di Baggio, Mazzone e Guardiola: al 21′ si rende protagonista di una papera colossale, insieme a Francesco Toldo, che consente a Roberto Baggio di segnare l’1-0. Poi altri erroracci, fino al 2-2 che chiude la partita, e con essa l’esperienza di Hector Cuper sulla panchina dell’Inter. In panchina arriva Alberto Zaccheroni, e Brechet trova sempre meno spazio.

Spezzoni di partita che mostrano un sempre più impresentabile Brèchet e che di fanno condannano il francesino all’etichetta di bidone e a lasciare l’Italia dopo una sola stagione (e meno male).

Viene ceduto alla Real Sociedad, dove rimarrà per due stagioni.

Successivamente passa al Sochaux, dove milita per sei anni (di cui uno in prestito al PSV) e ne diventa addirittura capitano e vincendo una Coppa di Francia nel 2007.

Nel 2012 passa al Troyes, dove ha militato per una stagione, prima di passare al Bordeaux, ovviamente inosservato, dove totalizza 4 presenze nel 2013-2014, prima di farsi un’intera stagione con la squadra riserve.

Attualmente, Brechet, milita nel Gazèlec Ajaccio, formazione di Ligue 2.

A 37 anni suonati, il “nuovo Gresko” evidentemente, ha ancora voglia di stupire, fortunatamente non in Italia.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.