Bravo anche Zenga. Adesso “tienila così”

183

Tifa più di tutti, esulta più di tutti, mangia l’erba pur in altitudine, chiuso nella cabina della sua telecronaca. Walter Zenga, professione allenatore, è stato valore aggiunto nel racconto di Italia-Belgio, piacevole sorpresa di un Europeo che meglio di così proprio non poteva iniziare. In campo la scoppiettante banda rock di Antonio Conte ha dato spettacolo a suo modo, mordendo le caviglie degli avversari e ripartendo continuamente in contropiede con fare risoluto e tambureggiante. Zenga, scelto per questi Europei dalla Rai come commentatore degli azzurri, ha perfettamente interpretato il volere dei tifosi che, nel corso dei novanta minuti, si son potuti immedesimare pressoché perfettamente nelle grida feroci dell’ex portiere di Inter e Sampdoria.

Dai, dai”, “tienila lì”, persino un buttalo giù, o similare, in occasione del fallo tattico di Eder su contropiede pericoloso dei belgi, con tanto di hashtag consigliato in mondovisione sull’impopolare esclamazione e un “me ne frego” già messo avanti in vista di qualsiasi critica. E che dire, poi, del “ma non fischia mai” spiattellato a più riprese verso l’incerto arbitro inglese, pigro nelle decisioni, per non dire assente lì dove invece avrebbe dovuto semplicemente fare il mestiere per cui è pagato.

Questo e altro non è andato giù allo Zenga nazionale che – a tratti indemoniato – ha tifato azzurro svestendo i panni del commentatore più formale, e integrandosi invece in una trama coinvolgente che quasi l’ha visto dodicesimo uomo in campo, protagonista assieme agli azzurri e all’Italia intera di una vittoria convincente perché voluta oltre ogni pronostico.

Zenga anticipa di mezz’ora il nome del miglior in campo, ovvero Bonucci, ammette che – al posto di Conte – sarebbe stato espulso, canta, pensando di essere fuori onda, nello stacco finale da Lione in cui “Ma il cielo è sempre più blu” di Rino Gaetano risuona magistralmente a compimento dell’impresa. Ha vinto l’Italia, hanno vinto gli italiani, ha vinto un po’ anche Zenga, all’esordio ufficiale. Bene così, avanti così. Teniamola lì.

 

Foto da Gazzetta.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.