Calciomercato Chievo: strategia cauta e intelligente

260

Calciomercato Chievo: i clivensi hanno messo in atto un mercato cauto e intelligente con pochi innesti e blocco storico conservato

CALCIOMERCATO CHIEVO: MERCATO SOTTOVOCE

Un numero limitato di acquisti dai nomi non troppo altisonanti ha caratterizzato l’estate di mercato del Chievo, che ha preferito puntare sugli stessi uomini della splendida annata precedente.

Dopo un paio di sessioni estive in cui si è operato in maniera decisa tra acquisti e cessioni, quest’anno invece la società, guidata dal presidente Campedelli ha deciso di mantenere l’assetto che l’anno scorso ha decisamente stupito e appassionato tifosi, ma anche i semplici appassionati.

LA SITUAZIONE MARAN

La prima questione che il direttore Nember, insieme ai suoi collaboratori, ha dovuto affrontare è stata quella legata al mister Rolando Maran. Difatti, dopo l’ultima partita contro il Bologna hanno fin da subito iniziato a trapelare con insistenza alcune voci riguardanti il suo futuro. Lontano da Verona si diceva e magari all’interno del progetto-Atalanta, squadra in cui lavora il buon vecchio Giovanni Sartori, che di storia del Chievo ne ha scritto un bel capitolo. Queste dicerie hanno un po’ allarmato l’ambiente, ma nel giro di un paio di settimane tutto si è risolto per il verso giusto, anche grazie ad un incontro con il presidente che è risultato essere decisivo; l’allenatore trentino ha preso la decisione di continuare quest’avventura e di scrivere altre importanti pagine per il libro di questa favola infinita.

SORRENTINO OVVERO UNA GARANZIA FRA I PALI

Ma le voci sul possibile addio di Maran erano accompagnate da quelle dell’imminente ritorno di un giocatore che la maglia l’aveva sì difesa per quattro anni ma che poi, per un capriccio, l’aveva abbandonata non presentandosi più agli allenamenti: si tratta di Stefano Sorrentino. Sono sorti immediatamente forti dubbi tra i tifosi, che consideravano il portiere un traditore, nonché un mercenario; ma quello che più sembrava strano era il fatto di dover a tutti costi acquistare un estremo difensore quando in casa già c’era un eccezionale giocatore come Albano Bizzarri. Col tempo questi che sembravano semplici pettegolezzi si sono trasformati in verità. Detto fatto: rescissione contrattuale con Bizzarri e nuovo contratto a Sorrentino, che è di fatto il primo acquisto.
Dopo questa telenovela senza fine, durante i due ritiri (prima a Brentonico, poi, come sempre, a San Zeno di Montagna) il mister si è focalizzato più che altro sullo studio dei giovani, per capire se potessero essere pronti o meno per un campionato arduo come la serie A.

GLI INNESTI VERDI: CINELLI E PARIGINI

Così, la seconda ufficialità risulta essere Cinelli, che però è passato in prestito poco dopo al Cesena; dopo di lui la squadra gialloblu ha puntato il giovane talento scuola Torino Vittorio Parigini, che pochi giorni dopo dal suo avrebbe esordito in Coppa Italia.

CALCIOMERCATO CHIEVO: I BIG BLOCCATI

Fortunatamente durante questo lungo periodo non avvengono cessioni importanti, riuscendo a mantenere pedine fondamentali come Castro, tanto inseguito dalla Sampdoria e Cacciatore, a cui si era interessata la Lazio e Rigoni, che faceva gola a tanti club di serie A e non solo.

I NUOVI ACQUISTI UFFICIALI: BASTIEN E DE GUZMAN

Dopo la cessione in prestito di alcuni giocatori che non erano nei piani di Maran (come Da Silva, Damian e Bobb) arrivano nel giro di un paio di giorni due centrocampisti dalle diverse caratteristiche: Samuel Bastien, mediano francese classe 1996 di proprietà dell’Anderlecht che l’anno prima ad Avellino aveva fatto intravedere delle buone qualità, e Jonathan De Guzman, seconda punta olandese dal palmares invidiabile, che dopo una stagione tra infortuni e vicende varie, vuole tentare il rilancio.

IL GIORNO 31 AGOSTO: MPOKU AL PANATHINAIKOS

Il 31 agosto, infine, giorno in cui accadono le cose più inaspettate, la sortita finale non c’è stata da parte della dirigenza gialloblu che si è limitata a cedere in prestito Mpoku al Panathinaikos.
Questo Chievo ha le idee ben chiare e durante il mercato 2016 ha voluto rinforzare i reparti che avevano più bisogno di un piccolo ritocco. Adesso con un buon consolidamento di squadra, Meggiorini&co. possono ancora far vedere che venderanno cara la pelle per salvarsi.

LEGGI ANCHE:

INIZIATIVA DESTROSECCO! 12 CAMPIONI DELLA SERIE A SI SFIDANO AL FANTACALCIO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.