Caos Inter, esonerato (pure) Pioli! E in società arriva Sabatini

247

Il tecnico viene sollevato dall’incarico, in maniera abbastanza inaspettata, a sole 3 giornate dal termine. Squadra affidata a Stefano Vecchi, tecnico della Primavera. Ma non è tutto: Walter Sabatini entra in società: sarà direttore tecnico di Inter e Jiangsu Suning!

Il caos più totale. Una stagione terribilmente negativa e decisamente al di sotto delle aspettative. Dal principio, quando Mancini venne esonerato a 2 settimane dall’inizio del campionato, fino a ieri sera intorno alle 22:30, quando sul sito dell’Inter appare il comunicato in cui si annuncia l’esonero di Pioli. Nel mezzo, la travagliata esperienza di Frank de Boer, sollevato dall’incarico ad inizio novembre. E poi il famoso ”casting” durato una decina di giorni, con la dirigenza spezzata in due: la ”fazione” italiana (Ausilio, Gardini e Zanetti) che voleva Pioli, mentre il gruppo Suning preferiva un nome straniero (in pole, come ricorderete, vi era Marcelino). Alla fine prevalse l’italiano. Subito un pareggio nel derby, poi la vittoria contro la Fiorentina e poi la brutta sconfitta di Napoli. Da lì in poi, l’Inter viaggia che è una meraviglia per 4/5 mesi fino ad arrivare all’1-5 di Cagliari e al 7-1 contro l’Atalanta. Poi il pareggio a Torino e la sosta per le Nazionali.

Da questo momento, qualcosa si rompe. Non è ancora del tutto chiaro cosa si è rotto: qualcosa tra squadra e giocatori? Qualcosa tra allenatore e società? Alcune voci addirittura sostengono che la società non voglia fare i preliminari di Europa League. In ogni caso, l’Inter è un’altra squadra. Un filotto di 7 partite senza vittorie: 2 pareggi e 5 sconfitte, una più scandalosa dell’altra. La squadra ha mollato e si vede, e a mio avviso l’allenatore era l’ultimo dei colpevoli. In ogni caso, ormai era dato per scontato che si terminasse la stagione con Pioli. Perchè, francamente, che senso ha esonerare un allenatore a 3 giornate dal termine? Roba da matti! Ormai la stagione è già stata compromessa. E’ vero, si può ancora puntare al sesto posto (sempre che la società ci punti…), ma per 3 sole partite è il caso di cacciare un mister? Per me assolutamente no.

Ma non è la sola notizia. In mattinata arriva l’ufficialità di Walter Sabatini, ex ds della Roma, come direttore tecnico delle squadre del gruppo Suning, nella fattispecie (come dichiarato da Sabatini nella conferenza di presentazione) del Jiangsu Suning e ovviamente dell’Inter. Ecco, l’arrivo di questo esperto dirigente ha invece molto più senso: oltre che ad essere un ottimo intenditore di calcio e ad essere in grado di piazzare colpi ad effetto sul mercato, è anche un uomo di grande personalità, qualità che nella società nerazzurra onestamente mancano. E non sono dettagli. Il suo arrivo potrebbe essere un primo mattoncino per riportare l’Inter dove merita. Ovviamente manca tutta la casa da costruire: bisognerà trovare un allenatore importante (Spalletti in pole), un altro dirigente ed operare bene sul mercato, se si vorrà dare finalmente una svolta.

Per quanto riguarda l’arrivo di Sabatini, ora bisognerà valutare che rapporto avrà il neo arrivato rispetto ad Ausilio. Chi comanderà? Probabilmente Sabatini. E se così fosse, Ausilio come la prenderà? Che rapporto si instaurerà fra i due? Attenzione perchè se gestita male questa situazione potrebbe diventare più spigolosa del previsto.

Non ci resta che sperare nel futuro, perchè al presente è meglio non guardare… In ogni caso, noi ci saremo sempre. AMALA!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.