Cesena, buona la prima: Avezzano battuto in pieno recupero !

325
Avezzano-Cesena

SERIE D – Al debutto, il Cesena conquista subito la prima vittoria grazie ad una perla di Tortori al 93’ in quel di Avezzano (1-2)

16 Settembre 2018: il nuovo Cesena finalmente riparte con l’obiettivo di ritornare il prima possibile tra i professionisti. Non era di certo facile vincere all’esordio, soprattutto se il tuo avversario era l’Avezzano, una delle squadre più forti del girone. Una compagine tra l’altro che tra le mura amiche non perdeva da ben 10 mesi. La squadra di Angelini invece è riuscita nell’impresa di cominciare al meglio questo campionato e sconfiggere 2-1 i biancoverdi, non però senza affanno.

Diverse le novità nell’11 del Cesena rispetto all’ultima uscita ufficiale in Coppa Italia contro la Savignanese: Angelini infatti preferisce affidarsi alla coppia over Benassi e Cola, relegando Noce in panchina e proponendo l’under Ciofi al posto di Zamagni; sulla trequarti invece Tola rileva l’acciaccato Tortori. All’8’ i bianconeri sono già in vantaggio: sull’angolo di Alessandro è bravo Ricciardo a liberarsi dei difensori avversari e a fulminare col destro il portiere di casa Fanti. Poco dopo è Campagna a sfiorare il raddoppio con un potente destro da fuori, poi però col passare dei minuti cresce l’Avezzano. I padroni di casa infatti al 18’ avrebbero pareggiato con D’Eramo se non fosse stato per la magistrale chiusura di Ciofi, mentre a pochi minuti dal termine Dos Santos calcia a lato da buonissima posizione.

Nella ripresa il Cesena parte con un piglio diverso e sfiora per due volte il gol con Tola e Alessandro ma la difesa, perso Benassi per un problema muscolare, continua a scricchiolare e a concedere ghiotte occasioni da rete agli avversari. Il difensore Menna, che poco prima aveva costretto Sarini al miracolo, pareggia la partita al 73’ grazie a un colpo di testa vincente, dopo essersi liberato della marcatura di Cola. I bianconeri sembrano scarichi e la partita sembra destinata al pareggio quando i tifosi avversari tentano l’invasione di campo, obbligando il direttore di gara ad interrompere la contesa per ben 9 minuti. Ripreso il gioco, Angelini inserisce Tortori e Capellini per Ricciardo e Alessandro e i due regalano energia e fantasia al Cesena, che torna ad affacciarsi nell’area avversaria. Al quarto minuto di recupero, Tortori si incunea in area di rigore e batte un non perfetto Francobandiera: gli oltre 500 tifosi bianconeri sugli spalti possono festeggiare la prima vittoria stagionale!

La partita nel complesso è stata divertente e ricca di spunti, ma il Cesena probabilmente non ha meritato fino in fondo di vincere. I padroni di casa, oltre ad aver avuto per larghi tratti del match il pallino del gioco, hanno più volte schiacciato i bianconeri nella propria metà campo, mentre questi ultimi al contrario si sono resi pericolosi solo nei primi minuti del primo e del secondo tempo, e nel finale di partita, grazie agli ingressi di Capellini e soprattutto Tortori. La difesa ha parecchio vacillato, soprattutto sulle fasce con Valeri, prima che fosse sostituito dall’ottimo Poggi, e con Zamagni, entrato nel secondo tempo al posto dell’infortunato Benassi. A centrocampo deludente la prova di Biondini, apparso troppo nervoso nel primo tempo e compassato nella ripresa, mentre la sorpresa di giornata è stata la prestazione di Tola, ottimo in entrambe le fasi e presente in quasi tutte le azioni da gol.

La squadra ha sicuramente ampi margini di miglioramento e Angelini dovrà essere bravo a conferire sicurezza al reparto difensivo e capire quale sia il modulo giusto per far fuoriuscire al meglio le qualità della squadra: se il 4-3-3 utilizzato in Coppa o il 4-2-3-1 scelto inizialmente oggi, o infine il 4-3-1-2 utilizzato per pochi minuti, quando il giovane Casadei ha fatto il suo ingresso al posto di Campagna. Intanto teniamoci questi 3 punti, ottenuti comunque in trasferta contro una delle squadre più forti del campionato: è vero che siamo il Cesena e che abbiamo comunque un obiettivo importante, ma non dobbiamo mai dimenticarci degli avversari, che appunto non sono comparse e che anzi metteranno sempre in difficoltà i bianconeri, soprattutto quando giocheranno tra le loro mura.


Articolo in collaborazione con www.cesenamio.it 
Testo di Matteo MAgnani – Immagine tratta dalla pagina fb www.facebook.com/calciocesenafc

Previous articleDouglas Costa e lo sputo dello scandalo
Next articleInter, eccoti il Tottenham e l’Europa. Adesso stupiscici!
Impiegato e padre di famiglia, perdo ancora tempo come blogger ed eterno aspirante giornalista: dopo aver scritto per Il BiancoNero Magazine e la Federazione Italiana Sostenitori Squadre di Calcio, da settembre 2014 sono nella redazione zona sport di Tifo Blog. Recentemente ho aperto il blog Cesena Mio (www.cesenamio.it) e talvolta mi si può ascoltare come opinionista sportivo a UniRadio Cesena. Oltre all'amato Cesena calcio, seguo con immensa passione il ciclismo professionistico ed il rugby union, sport dei quali ho scritto per anni su Facebook, nonché sui siti web chorse.it e freeforall.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.